Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

11th Hour | Leonardo DiCaprio, i cambiamenti climatici e quella speranza per il futuro

Logo Hotcorn Hotcorn 10/10/2019 Alessandra Prencipe

Leonardo DiCaprio diventa volto e voce di 11th Hour - L'undicesima ora, un'opera di denuncia contro lo scellerato operato dell'uomo.

© HotCorn

MILANO – 2019, che anno: un anno centrato sulla consapevolezza del problema reale del cambiamento climatico, lo stesso anno in cui Leonardo DiCaprio ha presentato a Cannes il suo nuovo documentario sull’emergenza ambientale. Titolo? Ice On Fire. L’attore, noto per il suo impegno a favore dell’ambiente – dimostrato anche recentemente nel suo appello per evitare catastrofi come quella che ha colpito l’Amazzonia – sostiene che è un dovere dell’uomo combattere per i diritti dell’ecosistema, così da garantirne la salvaguardia della natura, oltre ad un futuro per l’intero genere umano. Ma da dove nasce il suo attivismo?

Un momento del dietro le quinte del documentario Un momento del dietro le quinte del documentario

È il 2005 quando l’attore presta la voce a Water Planet, corto a sostegno per il diritto dell’acqua. L’anno successivo è il momento di Blood Diamond, il film denuncia di Edward Zwick da cinque nomination agli Oscar, che punta l’attenzione sul contrabbandano di diamanti in Sierra Leone. Così DiCaprio si espone, anche attraverso produzioni hollywoodiane. Arriviamo così nel 2007, quando viene presentato, sempre a Cannes, un documentario scritto, prodotto e narrato da DiCaprio stesso, 11th Hour – L’undicesima ora. Per dirigere la pellicola, l’attore si affida alle sorelle Laila e Nadia Conners, fondatrici della Tree Media Groups, società che proprio attraverso il cinema, da più di un decennio, sostiene battaglie a favore dell’ecologia e dei diritti civili. Nasce quindi la prima vera opera di denuncia verso un mondo che sta inesorabilmente scadendo, anzi, a detta dell’attore, è già scaduto. Il documentario è audace e conduce a ritmi incisivi un esame sulla crisi ambientale.

Un dettaglio della locandina Un dettaglio della locandina

Cinquanta tra scienziati, designer e personalità di spicco della cultura si confessano davanti l’obiettivo delle sorelle Conners esponendo la loro personale idea per la salvaguardia dell’ambiente. Ed è così che il documentario lavora sottotraccia, mostrando come il sopravvento selvaggio delle tecnologie, lo scioglimento dei ghiacciai, l’inquinamento, il riscaldamento globale e la siccità siano i nemici da combattere. Novanta minuti che, spietatamente, ci prospettano un futuro altrettanto crudele, a cui il genere umano si sta lentamente abituando. Ma c’è ancora una speranza e passa attraverso il rispetto della Natura e il risveglio delle nostre coscienze. L’unico futuro a cui aspirare.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Hotcorn

image beaconimage beaconimage beacon