Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

'La profezia dell’armadillo', il trailer del film tratto dal best seller di Zerocalcare

Logo La Repubblica La Repubblica 08/08/2018
(note) - 144438135-54d1fda0-e8ac-4a86-bef6-c0766caacdd2.jpg - 101527 - esterne-25e67d41-4ace-4aa7-84a3-cd030e2fca34 - image/jpeg - inviato da "v.rusconi" © Fornito da La Repubblica (note) - 144438135-54d1fda0-e8ac-4a86-bef6-c0766caacdd2.jpg - 101527 - esterne-25e67d41-4ace-4aa7-84a3-cd030e2fca34 - image/jpeg - inviato da "v.rusconi"

Lo scorso ottobre iniziavano a Roma le riprese de La profezia dell’armadillo, a poco meno di un anno di distanza il film tratto dalla prima, omonima graphic novel di Michele Rech, meglio conosciuto come Zerocalcare, arriva a Venezia, dove sarà presentato, in concorso nella sezione Orizzonti, alla 75° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. A ciò che finora sapevamo sul film, che è quello che Zerocalcare aveva raccontato all’ultima edizione di Lucca Comics & Games, in un incontro speciale organizzato da Robinson, il settimanale culturale de La Repubblica, con i giornalisti Gregorio Botta e Luca Valtorta, si aggiungono ora le immagini del primo trailer del film diretto da Emanuele Scaringi e prodotto da Domenico Procacci di Fandango con Rai Cinema.

Video: 'La profezia dell'armadillo', Zerocalcare arriva al cinema: il trailer

Simone Liberati è il giovane attore che è stato scelto per interpretare Zero, il protagonista, personaggio liberamente ispirato a Michele, disegnatore che non ha un lavoro fisso e allora si arrabatta dando ripetizioni di francese, cronometrando le file dei check in all'aeroporto e creando illustrazioni per gruppi musicali punk indipendenti. Vive a Rebibbia, capolinea della metro B di Roma, più precisamente nella Tiburtina Valley, dove “manca tutto ma non serve niente”. Le sue giornate tutte uguali terminano sempre a casa, dove un Armadillo (Valerio Aprea), la sua coscienza, lo aggiorna costantemente su cosa succede nel mondo con conversazioni al limite del paradossale. Accompagna quotidianamente Zero l’amico d’infanzia Secco (Pietro Castellitto). La notizia della morte di Camille, compagna di scuola di Zero e suo amore adolescenziale mai dichiarato, lo costringe a fare i conti con la vita e ad affrontare i dubbi e la mancanza di certezze della sua generazione di “tagliati fuori”. Nel cast del film ci sono anche Laura Morante, che interpreta la madre di Zerocalcare, Valerio Aprea, Claudia Pandolfi, Teco Celio e Diana Del Bufalo.

www_internet-Esterne WWW armadillo © IMPORTATE www_internet-Esterne WWW armadillo

Sul palco dell’incontro a Lucca c’era pure Oscar Glioti che con Zerocalcare, Valerio Mastrandrea e Johnny Palomba ha sceneggiato il film. È lui a raccontare che il progetto è stata una gestazione lunga, i quattro hanno iniziato a scrivere il film nel 2013, due anni dopo l’uscita del fumetto: “Il primo anno lo ricordo come uno dei più divertenti: insieme, quando ci ritrovavamo, si faceva tutto tranne che parlare del film, ogni tanto si buttavano giù un po' di righe ma sostanzialmente guardavamo le risse su YouTube”, scherza Glioti che poi precisa: “Così come nei fumetti di Zero il protagonista è liberamente ispirato a Michele, nel film abbiamo creato un protagonista che è liberamente ispirato ai fumetti di Zero. Quindi il grado di separazione tra Michele Rech e Simone Liberati è grandissimo. È un'opera di fantasia, anche perché il linguaggio cinematografico è molto distante da quello del fumetto”.

Ed è sostanzialmente una delle cose che ha voluto pure precisare Zerocalcare. Ora che il film è concluso e che gli 'accolli' arrivano a valanghe, come le domande di chi sembra non riuscire ad aspettare il 13 settembre, giorno in cui La profezia dell’armadillo uscirà in sala, e vorrebbe sapere tutto subito, Zerocalcare ha deciso di riassumere “le 4 domande con cui mi state a assillà sul film” e di dare le risposte in tre tavole che ha disegnato e poi condiviso sul suo profilo Twitter, “per evitare di ammazzare qualcuno”, scrive.

Video: 'La profezia dell'armadillo', Zerocalcare arriva al cinema

A Denver, il dinosauro protagonista dell’omonimo cartone che “era un cojone”, Zerocalcare affida il compito di fare le domande: “quindi a Venezia esce il tuo film?”. “No, è un film basato su La profezia dell’armadillo, che è un libro mio, ma il film è di Emanuele Scaringi, che è un regista”. Quasi scocciato, Denver prosegue: “Vabe quindi non c’entri un cazzo?” “Ovvio che c’entro, il libro è tratto da un fatto della mia vita, ma già lì, ci sta un grado di separazione tra la vita e il fumetto”. “Sì, ma è pur sempre un film sulla tua vita” insiste. “Il film riprende alcuni elementi del libro, ma il resto è stato scritto apposta pure da altri. Quindi aumentano i gradi di separazione. Quindi non so’ io, non è la vita mia”. Alla richiesta, infine, di “rispondere a qualche domanda per Mammasaura Tv”, Zerocalcare dice di avere dimenticato la formula diplomatica, “ve prego regà, non me rompete er cazzo”.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon