Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Open Arms, Oscar Camps a Sanchez: "Siamo vittime di un sequestro"

Roma, 17 ago. (askanews) - "Litigi costanti, discussioni a bordo, la verità è che la tensione è insostenibile. Da 17 giorni siamo costretti a vivere in questa situazione di affollamento. Nemmeno un detenuto può essere trattato in questo modo e ci tengono bloccati qui contro la nostra volontà, con un governo europeo che ha sul tavolo una sentenza di tribunale che ci obbliga a sgomberare tutte queste persone perché possano ricevere assistenza sanitaria". E' il video-denuncia di Oscar Camps, fondatore di ProActiva Open Arms, a bordo della nave con 134 migranti davanti al porto di Lampedusa.
image beaconimage beaconimage beacon