Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Rovazzi: ecco perché ho chiuso con Fedez. Ora "Faccio quello che voglio"

Logo Rumors.it Rumors.it 11/07/2018 Rumors


Rovazzi presenta il nuovo singolo e parla di Fedez e cinema

A Milano Fabio Rovazzi convoca i giornalisti per presentare il video del suo nuovo singolo. Una conferenza stampa in pompa magna "suonerebbe" strana per mostrare la clip di un video, ma non è questo il caso. Il video in questione è quello del brano “Faccio quello che voglio” feat. Al Bano, Emma e Nek, tormentone da battaglia dell'estate 2018 anche se Rovazzi ci tiene a precisare: "Io sono in gara solo con me stesso", niente competizioni con gli altri o sensi di rivalsa, dice lui.

POTREBBE INTERESSARTI: Chiara Ferragni sponsorizza il latte artificiale e fa infuriare il web. Poco dopo il post sparisce

Dopo il clamoroso "divorzio" artistico da Fedez (e in sala c'è chi ironizza che forse sia questo il vero motivo della conferenza) dovuto, spiega Rovazzi, a "differenti vedute professionali", Rovazzi si presenta al suo pubblico con una "corazzata", visto che il video in questione altro non è che un cortometraggio da 9 minuti con un cast "stellare". Sono tre i grandi cantautori della musica italiana che affiancano Rovazzi nel brano: Al Bano, il The Voice italiano simbolo della nostra musica nel mondo; Emma, musicista dall’inconfondibile timbro vocale e inimitabile presenza scenica e il polistrumentista Nek, amatissimo per le sue doti artistiche e umane.

Rovazzi non è stato invitato al matrimonio di Fedez e Chiara Ferragni? | LEGGI

Ma nel video, oltre alla collaborazione di questi tre grandi nomi, sono molte le special guest che si sono appassionate alla storia scritta da Fabio Rovazzi e che hanno sposato il suo progetto prestandosi a girare il film, tra cui lo stesso Al Bano insieme a Gianni Morandi, Carlo Cracco, Eros Ramazzotti, Fabio Volo, Rita Pavone, Massimo Boldi, Flavio Briatore, Roberto Pedicini e Diletta Leotta. "I personaggi che scelgo per i miei video sono miei amici e ho dei buoni rapporti con loro - spiega Rovazzi -. Mi piace sceglierli decontestualizzandoli (ho fatto “rappare” Cracco) oppure contestualizzandoli molto bene. Mi piace creare dei camei sensati che hanno un inizio, una fine ed uno scopo dentro la scena. Con alcuni dei personaggi che ho scelto ho instaurato un rapporto dopo (Morandi è un esempio)".

Foto: Ufficio Stampa © Foto: Ufficio Stampa Foto: Ufficio Stampa  

“Faccio quello che voglio”entra a far parte della serie in musica cominciata con “Volare” e che si svilupperà ulteriormente in autunno con il terzo capitolo. Se con il brano precedente Rovazzi riflette sul successo effimero della società ironizzando sull’utilizzo ossessivo dei social, con “Faccio quello che voglio” l’artista aggiunge un tassello al racconto attraverso una provocazione e una riflessione che nasce dall’esigenza di porre l’accento su modelli di riferimento e comportamenti sbagliati.

Fedez e Chiara Ferragni: un matrimonio da star | LEGGI

Una storia che diverte attraverso la leggerezza, il coinvolgimento di tanti personaggi e un testo apparentemente scanzonato, ma che induce a pensare a temi importanti legati strettamente all’attualità del nostro Paese. Si riparte da Gianni Morandi che svela a un Rovazzi in crisi creativa che la paura degli artisti è quella di perdere il proprio talento tanto da rivelargli l’esistenza di un caveau che custodisce la “pozione magica” in preziose pillole e boccette. E’ qui che scatta il piano diabolico… Rovazzi entra in banca e ruba le boccette contenenti il talento di alcuni artisti e si ritrova coinvolto in una rocambolesca fuga dalla polizia che lo insegue a sirene spiegate e che termina con un finale inaspettato.

© Fornito da ToBiz di Filippo Piervittori

Ci spiega Rovazzi: "Io credo di essere un genere a parte essendo un personaggio un po’ particolare, non sento di vivere alcun tipo di competizione, né penso di avere diretti rivali. Soprattutto non sono un cantante, e se il mio pezzo non arriva primo in classifica non ne risento molto perché credo che sia più importante che alle persone piaccia la canzone insieme al video".

Emma Muscat di Amici 17 presenta il suo album Moments | L'INTERVISTA

Rovazzi, da innovatore e creativo qual è, ha avuto per primo l’intuizione di raccontare la musica a episodi utilizzando la serialità come linguaggio portante del suo progetto: "Con 'To be continued' intendo dire che domani ci sarò ancora. Mi piacerebbe creare una storia continua, un filone, per quanto riguarda l’aspetto musicale. Ogni video ha alla base un filo che lo lega a quello che lo precede. Non ho l’intenzione di creare un album in quanto non ho mai consegnato tracce musicali prive di parti video. Mi piacerebbe trovare una via di mezzo oppure continuare ad uscire con dei singoli".

© Fornito da ToBiz di Filippo Piervittori

Ma con un video da 9 minuti e un cast vero e proprio di attori e comparse non si può non pensare che Rovazzi veda nel suo futuro anche il cinema e lui lo ammette senza troppi indugi dicendo pure che la sua opera prima la vorrebbe con lui come "regista, sceneggiatore, attore protagonista e pure ragazzo che porta le pizze sul set".  In chiave più seria poi aggiunge: "È vero che mi piacerebbe fare cinema ma è sicuro che l’aspetto musicale continua anche se non so esattamente sotto quale forma e con che continuità". 

E' forse questo il motivo che ha portato alla separazione artistica (ma anche alla fine della loro amicizia) tra Fedez e Rovazzi? "Devo essere sincero, io non amo parlare di me perché è una cosa che detesto. Detto questo, sarò sempre grato a Fedez per quello che ha fatto per me, per la spinta che mi ha dato all’inizio e per la mano che mi ha teso durante il mio percorso. Le amicizie nascono, crescono, corrono e alle volte inciampano, noi siamo inciampati perché abbiamo in mente delle idee differenti e delle abilità totalmente diverse. Io spero che i rapporti si risanino col tempo però non saprei dirvi quando" puntualizza Rovazzi.

In questo video lui coglie l’attitude e le grandi capacità dei suoi ospiti illustri, i quali, fatta eccezione per Massimo Boldi che interpreta l’addetto allo sportello in banca, nel ruolo di sé stessi vengono decontestualizzati e inseriti nel plot per sorprendere, oltre che divertire, gli spettatori in un gioco di linguaggi e immagini vicini alla surreal comedy. Ma Rovazzi non pensa solo a musica e cinema e in conferenza parla anche di "Raw", la sua nuova casa di produzione che ha creato questo video e con la quale strizza l'occhio anche al mondo degli spot pubblicitari. E' chiaro che il grande amore di Fabio rimanga la creazione di video con cui riesce sempre a lasciare un'impronta molto netta e sicuramente peculiare!

Filippo Piervittori

ALTRO SU MSN: 

Rovazzi: «Ho velleità diverse da Fedez, ma torneremo assieme come Boldi e De Sica» (CorriereTv)

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Rumors.it

image beaconimage beaconimage beacon