Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Foggia, applausi e braccia alzate al cielo per l'arresto dei rapinatori che hanno ucciso lo zio

"È stato un segnale per dire: questo posto, il nostro bar è stato riscattato dallo Stato". Esulta Alfredo Traiano, 21enne Foggiano nipote di Francesco il titolante del bar 'Gocce di Caffè', morto il 9 ottobre 2020 dopo essere stato ferito durante una rapina compiuta nel suo bar il pomeriggio de 17 settembre scorso. Braccia al cielo ed un lungo applauso, così Alfredo ringrazia la polizia di Stato che questa mattina dopo aver compiuto i 5 arresti passa a sirene spiegate davanti al bar in via Guido Dorso. Le immagini immortalate da alcuni passanti stanno facendo il giro del web. Da quel giorno della rapina Alfredo gestisce il bar appartenuto allo zio. "Oggi e' stata fatta giustizia - ha dichiarato Alfredo - non solo per mio zio Francesco ma per tutti gli italiani. Oggi non vorrei dire nulla ai 5 autori dell'omicidio di mio zio - conclude Alfredo. Oggi vorrei solo guardare negli occhi mio zio" di Tatiana BellizziFacebook

SUCCESSIVO

SUCCESSIVO

Altro da RepubblicaTV

Altro da RepubblicaTV

image beaconimage beaconimage beacon