Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Il Royal Wedding di Eugenia. Tutti i segreti dietro un abito da sposa Reale

Logo D La Repubblica D La Repubblica 11/10/2018 di Federico Biserni
© Fornito da La Repubblica

Tutto pronto per il matrimonio della principessa Eugenia di York, nipote della Regina Elisabetta II e cugina di William e Harry, con l’imprenditore vinicolo Jack Christopher Stamp Brooksbank che si terrà venerdì 12 ottobre. Ma come sarà l’abito da sposa? E chi lo firmerà? Nulla è trapelato dagli spessi muri della St.George’s Chapel nella quale si celebrerà la funzione, se non che verrà firmato da un brand britannico (i bookmaker scommettono su Ralph and Russo dopo che Beatrice, sorella e testimone della sposa è stata vista uscire dal loro atelier con un pacco voluminoso. Ma c'è anche chi parla di Stella McCartney).Royal Wedding: Eugenia di York, la rivincita dell'eterna secondaQualche dettaglio in più, non sull’abito ma su come venga concepito e prodotto un abito da sposa per un Royal Wedding, lo ha raccontato sulle pagine del Daily Mail la stilista Samantha Keswick. La designer nel giugno del 1999 disegnò i vestiti per sposa e paggetti per il matrimonio tra la principessa Sophie e il principe Edoardo, Conte di Wessex e fratello di Carlo d’Inghilterra. Samantha, che è molto vicina alla Famiglia Reale, ha raccontato alcuni dettagli anche se, come tutte le stiliste che disegnano abiti da Sposa Reali, ha dovuto firmare un contratto di riservatezza.

La creazione di Samantha fu un abito da sera attillato con un cappotto in seta e organza per la sposa e degli abiti da dame e cavalieri in miniatura per paggetti e damigelle. L'abito, spiega Keswick, venne tenuto coperto dal cappotto in seta fino al momento del ricevimento serale in modo da non rovinare l'effetto a sorpresa. I look comunque misero in risalto la sposa nel suo giorno più importante e rispettarono le tradizioni e lo stile della famiglia reale.

Senza dubbio un compito prestigioso, ma impegnativo per il quale la stilista ha avuto a disposizione solamente quattro mesi: un tempo esiguo considerando che ha dovuto ridurre ai minimi termini il suo staff per motivi di sicurezza. “Prima di avere l'incarico ho dovuto inviare a Buckingham Palace dei bozzetti con delle proposte di abiti e solo in seguito mi è stato confermato l'incarico. Invece di chiedere aiuto extra ho dovuto tenere il mio team il più piccolo possibile per ragioni di sicurezza: un mio amico ha dovuto trovarmi una guardia privata di fiducia per stare nel mio studio giorno e notte visto che qualcuno aveva rovistato nella mia immondizia e si aggirava nei dintorni”, ha raccontato la stilista sulle pagine del tabloid. Una immensa occasione di visibilità che ha comportato però per Samantha Keswick anche una notevole dose di stress: “L’invasione della mia privacy è stata davvero frustrante”, ha confessato rivelando l'aspetto negativo di un incarico così importante. La piccola Mia Tindall con sua nonna, la princessa Anne, unica figlia femmina della regina Elisabetta II © NON+CLASSIFICATA La piccola Mia Tindall con sua nonna, la princessa Anne, unica figlia femmina della regina Elisabetta II

Ma anche la stilista per portare a termine la sua missione ha in qualche modo invaso la privacy altrui: Keswick ha infatti confessato di essersi spinta a visitare di nascosto il Castello di Windsor per assicurarsi che la tinta dell’abito che stava disegnando per la principessa Sophie si abbinasse perfettamente al colore della pietra della Cappella di San Giorgio. Il giorno delle nozze, vestita con un abito verde, è stata sempre nel raggio d'azione della Principessa Sophie pronta a intervenire per sistemare l'abito.

Del resto, come sempre quando si parla di famiglia reale, nulla può essere lasciato al caso in un matrimonio seguito da milioni di sudditi e curiosi di tutto il mondo: anche il minimo dettaglio verrà notato, analizzato e interpretato e determinerà il giudizio finale sull'evento.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da D La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon