Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Buoni motivi per cui leggere fa bene

Logo DeAbyDay DeAbyDay 09/06/2018 De Agostini Editore
© CC0 Creative Commons

Leggere è un ottimo passatempo, non importa quale sia il supporto usato, che si tratti del caro vecchio libro cartaceo o che sia l’e-reader di ultimissima generazione, la sostanza non cambia. Dedichiamo una parte della nostra giornata a leggere qualcosa che ci piace e vedremo che staremo meglio e ci sentiremo più rilassati.

Capiamo insieme perché. Pensa infatti che già dopo una decina di minuti di lettura il nostro cuore comincia a battere più lentamente, i muscoli si distendono e lo stress cala drasticamente. Quindi possiamo dire che leggere è un buon modo per rilassarsi, vincere lo stress e anche combattere l’insonnia senza fare molto sforzo.

Dal punto di vista psicologico invece è ormai comprovato che chi legge, soprattutto un certo tipo di letteratura, sviluppa un’empatia superiore alla media: è più capace di comprendere le situazioni, i gesti e gli stati d’animo degli altri, quindi ha relazioni sociali nettamente migliori.

La mente di un lettore è più agile ed elastica, tenerla in allenamento previene patologie come demenza senile e Alzheimer. Anche la memoria e la capacità di attenzione guadagnano dalla vicinanza con la lettura. Un altro beneficio apportato dal passare del tempo sui libri è quello di sviluppare un vocabolario vario e completo e un linguaggio ricco e corretto.

Per finire diciamo che la lettura ha anche una sorta di funzione catartica: capire che alcune domande che ci poniamo sono state oggetto di speculazione da moltissimo tempo ci rincuora, ci fa capire che tutti hanno affrontato alcuni problemi e alcune situazioni, e che quindi anche noi possiamo affrontarle a nostra volta. Insomma una specie di seduta di terapia psicologica tra noi e i più grandi autori di ogni tempo!


Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da DeAbyDay

image beaconimage beaconimage beacon