Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Curvy, come esaltare le proprie forme con outfit strategici

Logo Style 24 Style 24 11/07/2018 Claudia D'Agostino

Valorizzare un fisico curvy in una società in cui si glorifica il dogma “magro è bello”, sicuramente non è un affare semplice. Molte donne vivono la frustrazione di non trovare modelli che accarezzino le loro figure prorompenti e che soddisfino anche un gusto estetico imprescindibile. Quindi, la domanda risulta essere più che lecita: come è possibile vestire un fisico curvy senza dimenticare femminilità e senso dello stile? Bisogna tener presente le proporzioni degli abiti che vorreste indossare e, di conseguenza, le misure adeguate. Non p ancora del tutto chiaro? Niente paura!

Curvy

Innanzitutto facciamo un po’ di chiarezza: cosa si intende per fisico curvy? A dispetto di quello che si possa pensare, con l’aggettivo “curvy” non si individua solo ed esclusivamente un fisico che vesta dalla 46 in su, ma anche una 44 che però abbia seno (naturale) più prosperoso rispetto alle proprie proporzioni.

Per dare però un’idea generale, la tipica donna curvy dovrebbe avere queste misure:

- 96 centimetri per la circonferenza del busto

- 78 centimetri per il girovita

- 103 centimetri per i fianchi

Ormai, il mondo curvy si è guadagnato con non poca fatica, un posto di primo piano nel tanto venerato olimpo della moda. Modelle come Ashley Graham, si sono accaparrate copertine e passerelle tra le più rinomate al mondo. Anche molti brand come Elena Mirò, hanno deciso di puntare proprio sulla fisicità curvy al fine di dare giusto supporto e considerazione alle donne over taglia 44.

Non si tratta semplicemente di dare alle donne curvy la possibilità di trovare qualcosa con cui coprirsi ma di dare a delle donne con delle corporature differenti da quelle di Naomi, capi con cui sentirsi a proprio agio, femminili e grintose.

Outfit strategici

Lo shopping della donna curvy deve essere ben studiato perché per essere al top nei nuovi abiti, bisogna imparare a scegliere colori, modelli e tessuti appropriati alla propria figura. Partiamo col dire che taglie over 46 non sono ormai considerate un qualcosa di recondito tipo il Santo Graal. Non più. E’ possibile infatti trovare queste taglie sia su tutti gli e-commerce esistenti, sia nei negozi specializzati, ma anche in punti vendita di brand affermati i quali finalmente, hanno aperto le porte a tutte le corporature.

Dopo aver considerato le taglie, passiamo ai categorie di modelli da tenere in considerazione per i capi passepartout:

- maglie o bluse con scollo a V. Alleggeriscono la figura e armonizzano le proporzioni tra seno prorompente e larghezza delle spalle

- Abiti drappeggiati. Il tessuto jersey sarà il vostro miglior amico da qui fino alla notte dei tempi! Accarezza senza strizzare, traspira e si adagia perfettamente alle linee del corpo

- Abbinamento pantalone a palazzo, cintura alta e blazer. Perfetto per un outfit più chic o da ufficio

- Per quanto riguarda i costumi da bagno, scegliete lo stile pin-up (uno dei trend delle ultime collezioni) oppure i costumi interi

… E cosa sarebbe saggio lasciare sulle stampelle dei negozi? Ecco quindi i nostri “assolutamente no“:

- tessuti elasticizzati

curvy © flickr curvy

- stampe con fantasie grandi

- maglie che superano il punto vita

- abiti sotto al ginocchio

- camicie oversize o troppo lunghe

Lo scopo è quello di rendere armoniosa la figura, puntando anche su colori vivaci perché no? Siamo in estate!

Scegli tu!
Scegli tu!

ALTRO DA Style 24

image beaconimage beaconimage beacon