Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Dieta flexitariana, il miglior rimedio sano per dimagrire

Logo Notizie.it Notizie.it 5 giorni fa Simona Bernini
Dieta © Fornito da Nextone Media Limited Dieta

Tantissime donne lottano con i chili di troppo e si disperano quando non riescono ad entrare in un abito o pantalone per un evento importante, per questo la dieta è il rimedio ideale per dimagrire. Ecco una serie di consigli utili per dimagrire in modo sano e consumare cibi equilibrati, oltre ad alcuni integratori che possono aiutarci a perdere peso.

Dieta flexiteriana

Si tratta di un regime alimentare che arriva direttamente dagli Stati Uniti, ipocalorico, permette di ridurre il consumo di carne per introdurre cibi a foglia verde, alimenti ecologici e salutari. Per chi vuole rinunciare alla carne, ma non è pronto per diventare vegetariano, questa dieta rappresenta una ottima alternativa per dimagrire in modo sano.

Moltissimi studi hanno confermato che un regime vegetariano aiuta a perdere peso, inoltre i vegetariani sono per il 15% più magri rispetto ai carnivori. La dieta flexiteriana, conosciuta anche come vegetariana flessibile, ha origine dalla dietista americana Dawn Jackson Blatner. Si tratta di un regime che predilige prodotti eco-sostenibili e di colore verde, anche se è possibile consumare porzioni minime di pesce e carne bianca.

Permette di perdere i chili di troppo consumando circa 1300 calorie al giorno e va seguita per due settimane per ritrovare la forma fisica e disintossicarsi. Un regime che non impone grandi sacrifici, ma un consumo maggiore di frutta e verdura e una diminuzione della quantità di pasta che fa ingrassare e alzare i livelli di glicemia. Inoltre, si consumano diverse proteine vegetali che sono presenti in prodotti, quali legumi, cereali integrali, frutta secca e tofu.

Si consiglia di abbinare le proteine nel modo giusto, quindi cereali + legumi sono sicuramente la mossa ideale e soprattutto vincente. La cosa davvero importante di questa dieta è limitare le porzioni, ma non deve mancare mai in tavola carni bianche, pesce, uova, formaggi, ecc., da consumare durante i pasti principali.

Programma per la dieta flexitariana

Dopo aver capito che tipo di regime è, bisogna anche stabilire una sorta di tabella che si consiglia di rispettare e che va seguita con attenzione.

Il programma che proponiamo è il seguente:

Lunedì: colazione a base di un frullato con bevanda di riso, tè verde. Per pranzo del farro, del branzino cotto a vapore o della verdura di stagione. Cena: crema di riso e ricotta, verdure saltate in padella con un cucchiaio di curcuma e un frutto.

Martedì: colazione a piacere con yogurt e frutta fresca o bevanda calda dolcificata. A pranzo zuppa di mare con peperoni verdi o insalata; per la cena orzo in chicchi e verdure di stagione, un frutto.

Mercoledì: colazione con latte parzialmente scremato, fette biscottate e marmellata senza zucchero. Pranzo: insalata di carciofi con le noci e un frutto; cena: riso Basmati con verdura fresca di stagione e un frutto.

Giovedì: colazione con pane integrale al farro o un cappuccino con latte di avena. Pranzo: un tortino di patate, insalata mista e un frutto. Cena: minestrone di verdure, verdura fresca di stagione e un frutto.

Venerdì: colazione con yogurt magro. Pranzo: sogliola al cartoccio e verdura fresca, un frutto. Cena: involtini di cavoli con tofu, carote e zenzero e un frutto.

Sabato: colazione con omelette e latte parzialmente scremato, una bevanda dolcificata. Pranzo: insalata mediterranea con mozzarella e crostini di kamut. Cena: verdura fresca di stagione.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Notizie.it

image beaconimage beaconimage beacon