Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Economia domestica: come far durare di più gli indumenti

Logo Business Insider Italia Business Insider Italia 11/10/2017 Angela Puchetti

Certamente esistono capi e accessori costruiti per resistere meglio al tempo e all’uso, ma in generale ci sono molte cose che si possono fare per far vivere più a lungo gli indumenti e gli accessori che ci piacciono di più. Dei trattamenti più giusti per le varie tipologie di prodotti si è occupato anche il New York Times, interpellando numerosi tra stilisti ed esperti nella cura e nella pulizia di vestiti e scarpe.

Come prima regola ciò che indossiamo andrebbe portato con gioia di vivere e non con la paura che possa rovinarsi. Ma vediamo nel dettaglio i suggerimenti pratici per pulire i  pezzi preferiti del guardaroba.

Capi intimi e costumi da bagno

Secondo la stilista Araks Yeramyan, che ha fondato il brand di biancheria intima e costumi Araks, le cose delicate vanno trattate come tali e, dunque, è importante  lavarle a mano e non metterle mai nell’asciugatrice (un rischio remoto per gli italiani ndr). Per esperienza le volte che ha provato a metterle nell’asciugatrice l’elastico non è stato più lo stesso. Anche in viaggio il suo consiglio è di raggruppare gli oggetti più delicati e lavarli a  mano nella doccia.

 Ecco come procedere per evitare ogni problema:

  1.  Lavare insieme gli stessi colori.
  2.  Riempire un bacinella con acqua fredda e un detergente delicato. O riempire il lavandino con acqua e shampoo.
  3. Mescolare la biancheria alcune volte nel corso di un’ora.
  4. Strizzare delicatamente l’acqua in eccesso.
  5. Asciugare su uno stendino per l’asciugatura.

Lavare i costumi dopo il bagno

“I costumi devono sempre essere immersi in acqua dopo ogni uso; l’acqua salata o il cloro rovinano le fibre e l’elastico. I tuoi capi dureranno molto più a lungo se seguirai questa regola “, ha dichiarato Yeramyan.

L’elastico ha bisogno di riposo

Tutto ciò che è dotato di elastico dovrebbe essere usato a rotazione, in particolare i reggiseni. L’elastico ha bisogno di riposarsi. In generale, non importa quello che fai, l’elastico ha una sua durata, ma meglio uno se ne prende cura, più a lungo durerà”. Yeramyan raccomanda inoltre di mettere via la biancheria lasciandole spazio per respirare. E magari aggiungere bottiglie di profumo vuote nei cassetti che emanino un po’ di profumo.

Camicie

camicie © Business Insider Italia camicie

Anne-Marie Colban, comproprietaria e gestore della leggendaria camiceria Charvet, propone questi consigli per prendersi cura delle tue camicie:

Prestare molta attenzione alla parte interna del colletto

È qui che macchie possono formarsi a partire da prodotti per la pelle, come lozioni o trucco. Assicurarsi di lavarli immediatamente, soprattutto prima di appendere le camicie nell’armadio.

Evitare le asciugatrici

Rovineranno le fibre del tessuto e faranno sì che il capo si restringa e invecchi prematuramente.

Asciugare all’aria su un appendiabiti

Colban preferisce quelli in legno. “La larghezza del gancio non deve superare la larghezza delle spalle della camicia. Assicurarsi che le spalle siano ben posate sul gancio e, più in generale, tirare un po ‘il tessuto della camicia per eliminare le grinze (questo faciliterà la stiratura). “Quando si sistemano gli appendiabiti nell’armadio, suggerisce di lasciare spazio tra di loro per mantenere le camicie ben stirate.”

Rilavare in caso di macchie

“Prima di stirare, è importante verificare che non ci siano più macchie. Se ci sono, lavare la camicia di nuovo. ”

Stirare con acqua

Colban raccomanda il vapore o comunque di evitare la stiratura completamente asciutta. “È meglio stirare la camicia quando è ancora umida. Se necessario, uno spray con acqua può rendere la stiratura più facile “.

Stirare con ordine

Il corretto ordine di stiratura è: colletto, polsini e poi il resto della camicia, dice Colban.

Piegatele bene. Prima di viaggiare con una camicia:

  1. Abbottonare completamente la camicia.
  2. Mettere una striscia di plastica o di cartone – il tipo che trovate nelle nuove camicie del negozio o di ritorno dalla lavanderia – all’interno del colletto (per aiutare a sostenere il colletto e mantenerne la forma).
  3. Con la camicia rivolta verso il basso, mettete un foglio di carta o carta velina sul retro della camicia prima di piegarla (per evitare le pieghe).
  4. Utilizzare astucci morbidi per mantenere le camicie in buone condizioni.
  5. Impilando le camicie, alternano le loro direzioni.

  • Bonus: Consiglio da addetto ai lavori: in viaggio senza grinze. “Io viaggio con una piccola bottiglia con spruzzino e poi la  riempio d’acqua”, dice Bruce Pask, direttore della moda uomo di Bergdorf Goodman. “Quando tiro fuori i capi, do alle camicie un veloce spruzzata e le tiro un po’ dall’orlo inferiore così le grinze si distendono naturalmente senza aver bisogno di stirarle di nuovo”.

T-shirt

Lo stilista Tony Melillo, indossa quasi ogni giorno una T-shirt bianca. Ecco i suoi semplici consigli per prendersene cura.

Lavare delicatamente. Melillo suggerisce di lavare le magliette con acqua fredda e asciugarle con un programma antipiega per evitare le grinze.

Mettere via con cura. Piegare le T-shirt le mantiene morbide. Melillo suggerisce di piegare le maniche verso la parte posteriore e poi piegare la maglietta a metà una volta, in senso trasversale, per evitare di creare pieghe supplementari. E tenerle in una pila non troppo alta sul ripiano. Non appendere le t-shirt. Melillo dice che questo lascia lo sgradevole segno dell’appendiabito e le allunga: le magliette possono crescere di un centimetro proprio per via dell’effetto della forza di gravità sul cotone.

Pantaloni 

Ecco i consigli del direttore di moda uomo di Bergdorf Goodman, Bruce Pask:

Non lavare troppo

“Penso che la frequenza di lavaggio sia una scelta molto personale, ma direi a seconda di quanto pesante sia la rotazione, i pantaloni vanno puliti due volte durante la stagione. E poi quando la stagione è finita, lavali ancora una volta prima di riporli nel tuo armadio”

Acquisto

Anche se su un paio di pantaloni c’è scritto che è stato prelavato, Pask avverte che facendo il bucato inevitabilmente si restringeranno un po’. “Mi assicuro di avere un margine per il restringimento, quando li compro”.

Mai sottovalutare le tarme 

Durante una traumatizzante infestazione di tarme (da un hotel europeo, durante la settimana della moda), Pask ha scoperto le trappole di feromoni di Insects Limited.

“Io le ordino da loro su base annuale e le metto in tutta la casa come misura preventiva”. Per i meno pignoli, la raccomandazione è quella di mettere in cassetti e armadi bustine di lavanda per respingere i parassiti e mantenere i capi con un buon profumo.

Appendi con molta attenzione

Invece di organizzare i pantaloni per colore, Pask suggerisce di organizzarli per stagione, mantenendo i pantaloni più leggeri insieme, a un’estremità dell’armadio e quelli più pesanti insieme separatamente, in modo da poter facilmente trovare quello che stai cercando quando ti vesti.

In viaggio

“Da quando vado spesso in Italia per lavoro, ho comprato un ferro da stiro da viaggio italiano, perché non importa quanto buoni siano gli adattatori con cose come asciugacapelli e ferri da viaggio, la variazione di tensione non è mai giusta e si finisce con il far saltare il circuito dell’elettrodomestico“. Inoltre viaggio con un rotolo levapelucchi o una spazzola adesiva

  Preparatevi a cucire

“I bottoni saltano. Succede. Quindi, ogni volta che sono in albergo, prendo sempre il kit di cucito e lo lascio nel mio bagaglio. Non è il caso di snobbare il fatto di portarli a casa: sono fatti apposta “.

Jeans

I jeans possono essere i pantaloni che richiedono la manutenzione più bassa di tutti. Secondo Daniel Corrigan, uno dei due stilisti che stanno dietro al brand Simon Miller: “Indossare spesso denim grezzo senza lavarli, ti darà un paio di jeans più interessanti nel corso del tempo”. Ma aggiunge anche che il lavaggio non gli farà male e rivoltare i jeans al contrario proteggerà la tinta.

Allo stesso modo, non preoccuparti di come metti via i tuoi jeans, che siano ripiegato in un cassetto o gettati in un mucchio su una sedia – “la cosa fantastica del jeans è che non è delicato”. Infine, non aver paura di indossarli ogni giorno, o che si buchino. “La zona delle ginocchia è la prima che si consuma, ma il denim è favoloso con le ginocchia strappate!”

Scarpe 

Economia domestica: come far durare di più gli indumenti © Business Insider Italia Economia domestica: come far durare di più gli indumenti AGF

Poiché ci sono tanti tipi di scarpe, il New York Times ha intervistato quattro diversi esperti per la corretta cura delle tue scarpe:

• Paula Gerbase, direttore artistico di John Lobb (lussuose scarpe da uomo su misura) • Tull Price, fondatore di Feit (calzature in pelle fatta a mano) • Percy Steinhart, presidente e direttore creativo di Stubbs & Wootton (pantofole alla moda) • David Mesquita, vice presidente di Leather Spa (servizio di riparazione con clientela di fascia alta).

I loro suggerimenti sono sorprendentemente simili:

Utilizzare il calzascarpe

“Sono indispensabili per mantenere la forma della scarpa“, dice Steinhart. Gerbase aggiunge che questo semplice piccolo strumento “assicura che la parte posteriore delle scarpe si mantenga intatta”.

Non gettare le scarpe in un mucchio

Per impedire che le scarpe siano rugose o schiacciate, ogni esperto suggerisce di conservarle con le forme per le scarpe – i dispositivi a forma di piede, disponibili in legno o in plastica, che aiutano un paio di scarpe a mantenere la sua forma. “Altrimenti, cercare spazio libero sul pavimento e tenerle con quanta più cura possibile ” ha dichiarato Steinhart.

Fare una regolare manutenzione

“Controllare sempre le scarpe dopo l’uso prima di riporle nell’armadio”, suggerisce Mesquita. Pulire la pelle con un panno o un pennello prima di mettere via e spazzolare la pelle scamosciata da qualsiasi polvere raccolta durante il giorno.

Applicare la crema regolarmente

“Il più grande luogo comune, suppongo, è che le scarpe in pelle richiedano solo la cera”, spiega Gerbase, “mentre la crema trattante è un passo fondamentale nel mantenere la qualità e la morbidezza della pelle esterna”.

Ecco come Gerbase consiglia di applicare il lucido alle scarpe: 

  1. Avvolgere strettamente un panno morbido di cotone intorno al dito indice e metterlo nella crema.
  2. Applicare alla scarpa con piccoli movimenti circolari (senza movimenti ampi).
  3. Lasciare che la crema penetri nella pelle per circa 15 minuti e poi spazzolare l’eccesso con una spazzola morbida.

Price suggerisce di fare questo trattamento solo una o due volte all’anno, solitamente dopo i mesi invernali. “Con tutta la neve e il sale nelle strade, la pelle diventa asciutta e si rompe e dovrà essere trattata per evitare danni alle tomaie”.

Lasciare che le scarpe inzuppate si asciughino naturalmente

“Se arriva in una temporale e le scarpe si bagnano, assicuratevi di lasciarle asciugare all’aria in uno spazio aperto adagiate su piano prima di metterle via” dice Price. “Se si conservano umide, le tomaie possono diventare deformi e si può perdere la forma delle scarpe.” Gerbase aggiunge che se le scarpe sono bagnate da pioggia o neve, è necessario risciacquare immediatamente in acqua pulita prima di consentire loro di asciugarsi per evitare che si formino macchie bianche sulla pelle.

Riparazione delle suole

“Le punte delle suole sono ciò che si consuma prima e potresti riuscire a sostituire solo la parte della punta invece che sostituire tutta la suola”, suggerisce Mesquita.

Investire in cedro

“Il cedro è buono per assorbire l’umidità e rinfrescare l’interno delle scarpe”, ha dichiarato Mesquita. “Lo uso nelle mie scarpe da ginnastica dopo averle indossate!” Ci sono anche forme da scarpe in cedro, ma viene venduto in bustine o palline.

Dare riposo alle scarpe

“Per mantenerle in condizioni eccellenti, le scarpe da abito non dovrebbero essere indossate per giorni consecutivi”, spiega Gerbase. Attendere “permette che si asciughino e che il cuoio respiri, e stando a riposo con le forme da scarpe, che le pieghe si riducano “. Price aggiunge: “Le lascio da qualche parte dove una brezza leggera possa raggiungerle per arieggiarle”.

 Sostituzione della parte sotto il tallone. Non aspettare fino al momento in cui si sente il rumore simile a uno schiocco per sostituire il tallone della scarpa. Mesquita dice di portare la coppia appena i tacchi sembrano consumati per evitare riparazioni più costose più avanti.

AGF: Economia domestica: come far durare di più gli indumenti © Fornito da Business Insider Italia Economia domestica: come far durare di più gli indumenti

ALTRO SU MSN: 

Basta la salute - Focus su obesità, cecità e inquinamento delle acque (Rai) 

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Business Insider Italia

Business Insider Italia
Business Insider Italia
image beaconimage beaconimage beacon