Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Meteo, caldo africano fino a venerdì poi le temperature scenderanno

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 13/06/2017 Redazione Online

Mentre in Alto Adige si stanno registrando temperature superiori alla media stagionale ampiamente superiori ai 30 gradi, le previsioni meteo ci dicono che il caldo africano su tutta l’Italia continuerà almeno fino a venerdì. Poi ci sarà un leggero raffrescamento.

A Bolzano 36 gradi

Quello che si registra, intanto, è una situazione di caldo torrido, dovuto all’anticiclone detto «Giuda», che ha portato temperature record in Nord Italia. Alla stazione di rilevamento di Gargazzone, località della valle dell’Adige tra Merano e Bolzano, stati toccati 36,3 gradi. Colonnina sopra i 34 gradi anche nella conca di Bolzano, a Merano e a Naturno, paesino a 500 metri di altitudine in Val Venosta. Molto caldo anche nelle località di montagna. Valori sopra i 30 gradi anche oltre i 1.000 metri (Selva dei Molini in valle Aurina) e superiori ai 20 gradi oltre i 2.000 metri. La temperatura più «bassa» , 9 gradi, si registra in vetta a Cima Beltovo (Solda) 3.300 metri.

Caldo africano

© Fornito da RCS MediaGroup S.p.A.

«L’anticiclone africano continuerà ad insistere sulla Penisola fino a venerdì portando una prevalenza di sole e tanto caldo; poi sposterà la sua roccaforte verso Spagna e Francia e sull’Italia ci sarà un cambio d’aria ed un calo seppur contenuto delle temperature», spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera. «Nonostante il caldo - continua - l’alta pressione già da mercoledì inizierà ad invecchiare e ci sarà qualche veloce temporale al Nord e successivamente sulla dorsale». Fino a venerdì continuerà a fare piuttosto caldo su molte Regioni. Le temperature più alte si raggiungeranno al Nord e sulle Tirreniche dove diverse località raggiungeranno temperature di 30°C con punte di 34-35° in Valpadana e nelle aree interne delle altre regioni. L’ondata di caldo in Italia, oltre che per le temperature elevate, si farà sentire per il disagio fisico causato dall’afa, in particolare sulla Pianura Padana e nelle aree interne di Toscana, Lazio, foggiano, interne di Sardegna e Sicilia. Le temperature meno elevate si registreranno lungo le coste dove però il clima sarà piuttosto afoso. Mercoledì però un temporaneo cedimento dell’anticiclone determinerà un aumento dell’instabilità al Nord con qualche temporale sui rilievi in sconfinamento alla Valpadana. In tal frangente le temperature subiranno un calo seppur temporaneo e limitato alle aree coinvolte dai fenomeni.

Più fresco da venerdì

Tra giovedì e venerdì le infiltrazioni fresche in quota causeranno qualche fenomeno anche sulla dorsale appenninica. Sul resto d’Italia non ci saranno grosse variazioni con una prevalenza di sole e clima piuttosto caldo. Nel fine settimana sarà in prevalenza soleggiato eccetto per qualche disturbo sui versanti orientali principalmente sui rilievi. «Il caldo in tal frangente smorzerà i toni stante una ventilazione settentrionale diretta verso i Balcani», concludono da 3bmeteo.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon