Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Allerta meteo, domenica di acquazzoni. Ansia per i fiumi

Logo Quotidiano.Net Quotidiano.Net 10/03/2018 FIORELLA CORTI
© SE Poligrafici(wc)|BORGHESI|2afa3357f56b607b486995aea7a1d7f6

Lucca, 11 marzo 2018 - E’ in arrivo una nuova perturbazione dal carattere particolarmente intenso che in previsione interesserà l’intera giornata di oggi con strascichi anche importanti che si dovrebbero prolungare anche all’intera mattinata di domani. Di origine atlantica, questa volta la perturbazione sarà accompagnata da correnti miti e umide che comporteranno diversi livelli di criticità e di zone interessate. Il maltempo potrebbe infatti coinvolgere località già colpite dalle forti precipitazioni nevose dei giorni scorsi (a forte rischio di scioglimento) e i versanti indeboliti dalle piogge e dalle grandinate passate, dopo la tregua di tempo abbastanza stabile.

L’allerta meteo emanata nel pomeriggio di ieri dalla sala operativa della Regione Toscana prevede nel dettaglio tecnico un livello di criticità arancione per rischio idraulico sul reticolo principale dalle ore 8 di oggi fino alle ore 12 di domani e ancora codice arancione per rischio idraulico sul reticolo minore per lo stesso arco di tempo. Allertata anche la Protezione Civile comunale e il coordinamento delle Unioni dei Comuni, sia Media Valle del Serchio sia Garfagnana.

Il timore maggiormente diffuso è che i forti temporali possano provocare frane e smottamenti a seguito di possibili esondazioni e allagamenti che potrebbero coinvolgere buona parte del territorio. Tutte le previsioni concordano, infatti, sulla forte possibilità di rovesci e locali temporali dalle prime ore di oggi fino al pomeriggio con successiva intermittenza e attenuazione in serata. Nel corso della notte sembrerebbe però ancora elevata una probabile ripresa delle precipitazioni, sempre a carattere di rovescio e temporale. Nella serata di ieri è arrivata anche la telefonata ai cittadini della protezione civile per informare capillarmente dell’allerta, mentre dalle sale operative delle Unioni arriva il consiglio ai cittadini di non sostare e parcheggiare in zone prossime a corsi d’acqua o in zone soggette a movimenti franosi. Evitare anche di soggiornare ai piani bassi delle abitazioni, soprattutto nel caso queste siano già state a episodi di allagamento e, per quanto possibile, di informarsi costantemente e seguire le evoluzioni del meteo sui canali ufficiali a disposizione.

"L’evento verrà continuamente monitorato - informano dalla sala controllo di Orto Murato in Garfagnana - molto dipenderà dalla reale evoluzione dei fenomeni e dalle conseguenze sul territorio. Ancora elevatissimo il rischio in montagna dove è sempre consigliato di non avventurarsi per alcun tipo di escursione. La prudenza generale raccomanderebbe anche di evitare spostamenti lunghi, se non strettamente necessari".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quotidiano.net

image beaconimage beaconimage beacon