Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Bufera dell'Epifania alle porte: tracollo termico e neve in arrivo

Logo Tgcom24Tgcom24 04/01/2017 Redazione Tgcom24
© articolo

La perturbazione transitata martedì al Centrosud, la prima del 2017, si allontana velocemente dall'Italia con gli ultimi effetti nella giornata odierna tra la Calabria e la Sicilia. Assisteremo quindi a un generale miglioramento del tempo ma solo temporaneo. Da giovedì, infatti, l’Italia verrà raggiunta da un impulso di aria freddissima di origine artica, accompagnato da forti venti settentrionali che, sul medio versante adriatico e al Sud, favorirà nevicateinizialmente a quote collinari e poi, tra la notte di giovedì e sabato, con l’ingresso del nucleo più gelido, anche al livello del mare. In queste regioni le festività si concluderanno quindi con un’Epifania da brividi, all'insegna di una vera e propria bufera, con nevicate e gelidi venti burrascosi fino a 100 km/h che accentueranno notevolmente la sensazione di gelo. In queste condizioni, nelle giornate di venerdì e sabato le temperature rimarranno in alcuni casi sottozero anche durante il giorno (le cosiddette giornate di ghiaccio), comprese le aree del Centro colpite dal terremoto.

Previsioni per mercoledì. Al Sud nuvolosità variabile con residue precipitazioni in Calabria e, specie al mattino, anche nel nord della Sicilia. Torna a prevalere invece il sole al Centronord: al mattino qualche banco di nebbia lungo il Po e qualche banco nuvoloso ad alta quota in transito al Nordest. In giornata nubi in aumento lungo la barriera alpina, su Sardegna, Liguria orientale, Toscana, verso sera anche su Umbria, Lazio. Tra pomeriggio e sera prime deboli nevicate nelle Alpi centro-orientali di confine. Nelle notte peggiora sul medio Adriatico e sul medio-basso Tirreno. Temperature massime in temporaneo rialzo al Nord e nelle regioni del medio Adriatico. Ventoso per venti di Maestrale nelle Isole, di libeccio sul mar Ligure, di Föhn su Alpi e vicine pianure.

Previsioni per giovedì. Al mattino precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio, sul medio Adriatico, al Sud peninsulare e nel nord della Sicilia, con quota neve in calo fino a 400-600 metri tra Marche e Molise. Residue nevicate anche sulle zone alpine di confine della Lombardia e dell’Alto Adige; schiarite anche ampie su pianure del Nordovest, Emilia e medio Tirreno.

Nella seconda parte della giornata i fenomeni, a carattere più sparso e intermittente, interesseranno le stesse aree, con un calo del limite delle nevicate. Non si escludono fenomeni temporaleschi tra nord-est della Sicilia, Calabria e Salento. Tra sera e notte sul medio Adriatico fino al nord della Puglia la neve potrà raggiungere anche il livello del mare. In tutta Italia venti forti settentrionali: al Centrosud si raggiungeranno raffiche fino a 60-90 km/h. Temperature: in rialzo nelle minime, in giornata in progressiva e sensibile diminuzione.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Tgcom24

image beaconimage beaconimage beacon