Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Caldo record in tutta Italia, previsioni meteo: weekend senza tregua

Logo Quotidiano.Net Quotidiano.Net 03/08/2017 Fabio Galli

Roma, 3 agosto 2017 - Sarò così per tutto il weekend, sicuramente. Le previsioni meteo non lasciano speranze. Il caldo record non darà tregua agli italiani con temperature sopra i 40 gradi fino a sabato. Il tutto nei giorni dell'esodo (gurda la previsioni di traffico). Per i giorni successivi si vedrà, al momento non sono previsti cambiamenti radicali. Il ministero della Salute, nel suo bolletino sulle ondate di calore, indica con il 'bollino rosso' 26 città. Si tratta di: Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo. Si 'salva' solo Genova a cui viene assegnato un 'bollino giallo' fino a sabato.

FOCUS Caldo record, il peggio in arrivo

PICCOLO RIEPILOGO - Agosto è iniziato all'insegna del caldo estremo a causa dell'anticiclone nordafricano e del suo carico di aria rovente in arrivo dal Sahara occidentale. Si tratta, spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo, della quinta ondata di caldo, molto probabilmente la più intensa, di questa stagione. È un'ondata di caldo eccezionale per la sua durata, ma soprattutto per i livelli di temperatura e per il fatto che non risparmierà nessuna regione. Il disagio per il caldo intenso, infatti, verrà avvertito senza tregua sia durante il giorno, sia di notte in tutta Italia. In molte località dell'Emilia Romagna e del Centro Sud le temperature saranno attorno ai 40 gradi, con picchi anche di 42-43 gradi. La siccità non potrà che aggravarsi, a causa delle alte temperature e del lungo periodo senza precipitazioni, e resta molto elevato anche il pericolo di incendi.

Previsioni traffico, il bollino nero e la guida alle partenze. Occhi puntati sull'A14

LE TEMPERATURE DI IERI - A partire dalla giornata di martedì 1 agosto sono stati superati primati storici di caldo: ad Alghero con 42 gradi è stato battuto il record di 40.4 gradi dell'agosto del 2003. A Firenze sono stati raggiunti i 41,3 gradi, temperatura mai raggiunta prima d'ora nel capoluogo toscano dopo i 41,1 gradi sempre dell'estate 2003. Record assoluti sono stati battuti anche a Frosinone e Ferrara, che hanno raggiunto i 42 gradi, Perugia e L'Aquila: nel capoluogo umbro sono stati raggiunti i 40 gradi, mentre nel capoluogo abruzzese sono stati registrati 38 gradi, temperatura estrema per una città a 700 metri sul livello del mare. Non sono da meno i 37 gradi raggiunti a Potenza e a Campobasso, nuovi record assoluti. L'apice del caldo è atteso tra oggi e i prossimi giorni: sono previsti picchi fino a 42-43 gradi e in molti casi verranno superati altri record assoluti e primati storici per il mese di agosto.

LA COLONNINA DI MERCURIO OGGI - In molte località all'alba si registravano già oltre 25 gradi: temperature minime tra i 26 e i 28 gradi a Crotone, Messina, Trieste e Campobasso e addirittura 30 gradi a Reggio Calabria. Le massime oggi saranno in generale fra i 35 e i 40 gradi, ma si toccheranno punte di 42-43 gradi. Il disagio sarà in aumento a causa della scarsa ventilazione che favorirà un incremento dei tassi di umidità: clima afoso soprattutto in Valpadana e in molte località costiere, dove le temperature percepite saranno ben oltre i 40 gradi. La città più calda sarà Sassari, dove è prevista una temperatura massima di oltre 41 gradi, seguita da Bologna con 40,4°C. Sono previste massime di 40 gradi in diverse città del Centro Italia: Firenze, Roma, Rieti, Perugia, Viterbo. Nella giornata di oggi bollino rosso ad Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Viterbo, Torino, Trieste, Venezia e Verona.

© SE Poligrafici(wc)|ANSA|dc1df6d0b8a8b8eab52e7f5ccfe0bc2f

VENERDI, NESSUNA TREGUA - Quella di venerdì sarà un'altra giornata per lo più soleggiata ed estremamente calda da Nord a Sud, con soltanto il rischio di brevi e isolati temporali di calore sulle zone alpine nelle ore pomeridiane. le zone più colpite saranno sempre le stesse. Le temperature saranno stazionarie o addirittura in lieve aumento, su livelli estremamente elevati sia sui valori minimi che in quelli massimi. In questi giorni, le zone più calde saranno la Valpadana orientale e le zone interne del Centro Italia: qui con maggiore probabilità si supereranno i 40 gradi. In alcuni casi, il caldo intenso sarà aggravato dai crescenti tassi di umidità che si faranno sentire soprattutto in Valpadana dove le percepite potranno di gran lunga superare i 40°C. Aumenterà anche il caldo notturno con temperature minime che difficilmente scenderanno sotto i 23-24 gradi. Anche, e soprattutto, in montagna la situazione resta critica. Continuerà a fare caldo anche in montagna: a 1.000 metri di quota ci saranno, di giorno, temperature di 30 gradi e oltre (nelle località appenniniche si potranno addirittura sfiorare i 35 gradi).

Caldo e siccità, i 10 consigli per risparmiare acqua

QUANDO FINIRA'? - Questa ondata di caldo durerà probabilmente almeno fino a metà della prossima settimana al Centro Sud, anche se le temperature, nei primi giorni della prossima settimana, perderanno qualche grado rispetto ai valori record di questi giorni. Secondo le ultime proiezioni, invece, nelle regioni del Nord Italia le temperature potrebbero perdere qualche grado già a iniziare da domenica a fine giornata per l'arrivo di temporali che potrebbero coinvolgere anche le aree di pianura.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quotidiano.net

image beaconimage beaconimage beacon