Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Previsioni meteo, tra forte maltempo e punte di 30 gradi

Logo Quotidiano.Net Quotidiano.Net 06/03/2018 Fabio Galli

Roma, 6 marzo 2018 - Brutto tempo anche nei prossimi giorni, da Nord a Sud (dove si registrerà anche un caldo anomalo). Le previsioni meteo spiegano che la perturbazione di origine atlantica, che ha investito l'Italia, continuerà ad interessare in particolare le regioni meridionali anche nelle prossime ore. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo che prevede a partire dalla mattinata di domani temporali, localmente anche molto intensi e accompagnati da fulmini e forti raffiche di vento, su Campania, Basilicata e Calabria, specialmente sui settori tirrenici. Dal pomeriggio sono attesi inoltre venti di burrasca su Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia e Campania.

Ennesimo peggioramento del tempo nei fine settimana

LA SETTIMANA IN SINTESI - Ma sarà coinvolto anche il Settentrione. "Domani - i meteorologi di Meteo.it -, mercoledì, un'altra perturbazione, la numero 5 di marzo, raggiungerà l'Italia e porterà piogge su gran parte d'Italia, con nevicate sui rilievi del Centro Nord, anche al di sotto dei 1.000 metri sulle zone alpine. Le temperature rimarranno inferiori alle medie stagionali in gran parte delle regioni settentrionali e centrali, anche se il freddo sarà decisamente meno intenso se confrontato a quello della settimana passata. Seguiranno due giornate, quelle di giovedì e venerdì, di calma meteorologica, favorita da una temporanea rimonta dell'alta pressione. Un nuovo peggioramento del tempo però sembra profilarsi già per il prossimo fine settimana, in coincidenza del passaggio di una ennesima perturbazione (la numero 6), la cui parte più attiva dovrebbe investire il Centro Nord nella giornata di domenica".

MERCOLEDI' - Precipitazioni più probabili e diffuse tra la Lombardia e il Nord Est, nelle regioni tirreniche, in Sardegna; più deboli e occasionali nelle regioni adriatiche e nel nord della Sicilia. Fenomeni più insistenti e localmente intensi, anche sotto forma di rovesci o temporali, su Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Nord Ovest della Calabria. Quota neve intorno a 800-1000 metri sui rilievi del Nord, 1200-1500 metri sull'Appennino centrale. Tra sera e notte tendenza ad un generale miglioramento. Temperature massime in lieve aumento sull'alto Adriatico e nelle regioni peninsulari. Venti moderati o tesi su mari e regioni centro-meridionali, con raffiche fino a 50-60 Km/h: di Maestrale in Sardegna, di Libeccio nel resto del Centro-sud. Mari: molto mossi o agitati quelli di Ponente.

GIOVEDI' - Giornata nel complesso tranquilla con le schiarite più ampie al mattino specie su Venezie, regioni adriatiche, ioniche e Sicilia. Intorno all'alba non si esclude qualche nebbia tra pianura veneta e Polesine e nelle valli interne del Lazio. Qualche residuo piovasco nel Nord Ovest della Calabria. In giornata nuvole in graduale aumento a iniziare dalle regioni più occidentali con qualche occasionale piovasco in giornata nel cagliaritano e tra sera e notte sulla Liguria. Sempre tra sera e notte occasionali e deboli nevicate sulle Alpi del Nordovest a quote oltre i 1000-1300 metri. Temperature in calo nelle minime di 1-4 gradi, massime in lieve aumento al Nord, su medio Tirreno e Sardegna. Venti occidentali fino a moderati, di Libeccio sul Ligure, da ovest-nordovest al Sud e in Sicilia.

VENERDI' - Sarà una giornata nel complesso tranquilla anche se non mancheranno nuvole anche consistenti soprattutto al Nord e regioni tirreniche ma con qualche pioggia solo in Liguria. Temperature in rialzo nelle minime. Venti meridionali in rinforzo nella seconda parte della giornata sui mari di Ponente. Tra sera e notte precipitazioni sempre deboli ma più diffuse al Nordovest, primo segnale del peggioramento atteso nel fine settimana. La nuova perturbazione sabato coinvolgerà un po' tutto il Nord, con le precipitazioni più consistenti al Nord Ovest e sull'alta Toscana. Precipitazioni più scarse nel resto del medio Tirreno e nelle Marche.

Al Sud e nelle Isola sopra i 25 gradi, fino a 30

© SE Poligrafici(wc)|ANSA|5936d5b59f7e3794959f229b4f14e74b

IL WEEKEND - Domenica, con l'arrivo della parte più attiva della perturbazione, il maltempo coinvolgerà tutto il Centro Nord, con fenomeni più intermittenti sul medio Adriatico e Campania, e con le precipitazioni più abbondanti e a tratti anche forti intorno al Ligure e tra le Alpi centro-orientali e le pianure adiacenti.

Il passaggio di questa perturbazione sarà accompagnato da un'intensa ventilazione meridionale che farà affluire anche aria calda in particolare al Centro e soprattutto al Sud, dove registreremo temperature ben oltre le medie stagionali con picchi intorno ai 20 gradi, fino a sfiorare i 25 gradi in Sicilia. Con l'arrivo successivo di venti occidentali, già lunedì le temperature dovrebbero ridimensionarsi in questi settori. Ilmeteo.it segnala addirittura che in alcune zone, tipo quelle interne della Sardegna, si potrebbero addirittura sfiorare i 30 gradi

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quotidiano.net

image beaconimage beaconimage beacon