Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

I sindacati contro i voucher

Logo Italia Oggi Italia Oggi 12/07/2018 ItaliaOggi
© Fornito da © ItaliaOggi

"No ai voucher. Se serve torneremo a mobilitarci". Un twitter della Cgi rilancia un'intervista al Manifesto della segretaria generale, Susanna Camusso. "Certo, se serve noi ricominciamo", risponde Camusso alla domanda se la Cgil è pronta alla protesta contro il ripristino dei voucher. "Sarebbe un vero capovolgimento rispetto a quanto appena fatto sui contratti a termine - spiega - dove si è iniziato a porre limiti stringenti, anche se si poteva fare di più. C'è pressione da parte della Lega, delle imprese, soprattutto di quelle agricole che vorrebbero cambiare anche la legge sul caporalato, ma ricordo bene che quando presentammo a tutte le forze parlamentari i nostri referendum, i Cinquestelle ci dissero di essere d'accordo con noi". "Il voucher fa notare Camusso - è l'esatto contrario del lavoro garantito, perché prevede solo la paga, ma non tutte le altre tutele contrattuali. Il lavoro stagionale è già regolato in molti contratti, tra cui agricoltura e turismo: puoi fare contratti a termine di una giornata, ad esempio. Esiste il contratto a chiamata. Per la vendemmia puoi già assumere studenti, pensionati e disoccupati con i voucher, che hanno precisi limiti di applicazione". Nell'agricoltura e nel turismo i voucher "non servono, in quei settori già ci sono i contratti stagionali e in passato proprio in quei settori c'è stato un grande abuso dei voucher. Ma cosi' non si affrontano i temi veri di cui il Paese ha bisogno". E' quanto sostiene, invece, Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl, in un'intervista al Corriere della Sera, spiegando che occorre "rimettere in moto il Paese, dobbiamo sapere quali sono le politiche e le strategie dl Governo su crescita e sviluppo, innovazione e crescita: bisogna uscire dagli slogan elettorali, ci sono troppi ritardi nel Paese. Ora è il momento di affrontare questioni urgenti come la riforma del fisco e delle pensioni, ad esempio: percio' al Governo e al presidente del Consiglio Giuseppe Conte chiediamo un confronto con tutte le parti sociali, il Paese ne ha bisogno".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Italia Oggi

image beaconimage beaconimage beacon