Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Indice Fiups, III quadrimestre 2017: crescono gli operatori che ritengono di essere in una fase di miglioramento

Logo idealista idealista 6 giorni fa Redazione
© Fonte: Sorgente Group Spa

Nel terzo quadrimestre del 2017 l’indice Fiups – che rappresenta la sintesi numerica del Sentiment immobiliare – è migliorato salendo da 19,32 a 19,59 e le prospettive per il 2018 indicano ottimismo per l’andamento dell'economia e del real estate. Questi i principali risultati dell’indagine elaborata su base quadrimestrale dal Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma in collaborazione con Sorgente Group e Federimmobiliare.

Nel dettaglio, nella valutazione del terzo quadrimestre 2017, con specifico riferimento al settore immobiliare, il panel mostra un incremento tra gli operatori che ritengono di essere in una fase di miglioramento e coloro che invece percepiscono una situazione di stabilità. Tuttavia, una piccola quota degli intervistati, pari all’3,74%, ritiene che l’attività complessiva del settore immobiliare sia peggiorata. L’aumento di intervistati che abbiano percepito una situazione di miglioramento del settore determina, di fatto, come la maggioranza del campione negli ultimi 12 mesi abbia riscontrato uno scenario di ottimismo.

Il sentiment riscontrato nel settore immobiliare per i futuri 12 mesi prospetta una situazione migliore rispetto a quanto rilevato negli ultimi 12 mesi: il 63,55% (contro 55,56% degli intervistati della rilevazione precedente) prevede un miglioramento dell’economia, mentre il 33,64% percepisce una situazione di stabilità.

Prezzi

Anche per questa rilevazione il sentiment dei prezzi di mercato degli immobili segnala indicazioni positive per tutte le asset class. Tutti i comparti si muovono su un sentiero di crescita o di stabilità, anche alla luce delle importanti diminuzioni di prezzo riscontrate nel recente passato. Tuttavia, vanno messi in evidenza segnali di una moderata riduzione dei prezzi, soprattutto per il comparto uffici. Rispetto ai precedenti quadrimestri del 2017 si percepisce una forte diminuzione di pochi punti percentuali per tutti i comparti.

Tempi di vendita

La terza rilevazione del 2017 conferma, di fatto, la stabilità del tempo medio di vendita nelle percezioni degli operatori. Si segnala che gli unici settori per cui è prevista una forte crescita sono quello commerciale e il comparto uffici, anche se la percentuale associata a tale percezione risulta del tutto trascurabile (1,67% per ciascuno). Diversamente dalle precedenti rilevazioni di quest’anno, per tutti i comparti il panel degli intervistati percepisce una forte riduzione dei tempi medi di vendita.

Lo sconto praticato

Quanto evidenziato per i tempi medi di vendita emerge anche con riguardo allo sconto medio praticato. Come nella precedente rilevazione, il comparto maggiormente attrattivo appare quello commerciale, per il quale si prevede un discostamento tra prezzo richiesto e prezzo di realizzo, basso o molto basso. Segue il comparto alberghiero, per il quale l’11,86% degli operatori intervistati percepisce uno sconto nullo, 23,73% molto basso e 42,37% basso.

Anche in questa rilevazione rimane problematico il comparto industriale, segno di un processo di ristrutturazione delle aziende nonché della contestuale mancanza di immobili dal contenuto tecnologico e dal posizionamento favorevole rispetto alle principali infrastrutture non in linea con le nuove esigenze quali, per esempio, quelle dei magazzini dell’e-commerce.

L’area geografica

Il terzo quadrimestre conferma le rilevazioni dei trimestri precedenti, seppure con minimi scostamenti. In particolare, il Sud si conferma attraente solo per il settore commerciale, a pari merito con le isole (6,45%). Queste ultime risultano attraenti per il solo comparto alberghi con una quota pari al 12,90%. Il Nord e il Centro, al cui interno è compresa Roma, mostrano diverse opportunità di investimento per i vari comparti. In particolare, si registra un lieve miglioramento per le opportunità relative al settore commerciale per il Centro Italia.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da idealista

image beaconimage beaconimage beacon