Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Le scadenze fiscali di dicembre 2019

Logo idealista idealista 03/12/2019 Redazione
Gtres © Gtres Gtres

Mese caldissimo, almeno per quanto riguarda le scadenze fiscali. Dicembre 2019, infatti, già si è aperto con l’affollatissimo lunedì 2 (giorno clou per dichiarazione dei redditi e rottamazione delle cartelle, originariamente previste per il 30 novembre che però quest’anno cade di sabato).

16 dicembre

Ma a partire dalla seconda metà del mese il calendario tornerà a farsi fitto. Tra le scadenze più attese c’è quella che riguarda il pagamento della seconda rata di Imu e Tasi tramite modello F24.

Lo stesso giorno vanno comunicate al registro dei corrispettivi le operazioni dei commercianti effettuate nel mese precedente per le quali sono stati rilasciati lo scontrino o la ricevuta fiscale.

Sempre il 16 dicembre i datori di lavoro sono tenuti a versare i contributi Inps sulle retribuzioni dei dipendenti. Stesso obbligo anche per i committenti nel caso di contributi relativi alla gestione separata.

Per quanto riguarda le addizionali Irpef regionali e comunali per dipendenti pensionati, vengono versate a cura dei sostituti d’imposta. Il versamento riguarda la rata relativa al conguaglio di fine anno e l’acconto sulle competenze corrisposte nel mese precedente.

Il 16 dicembre è anche la data in cui scade il termine per liquidazione e versamento (in via telematica tramite modello F24) dell’Iva relativa a novembre 2019. Per imprese e professionisti soggetti è anche il giorno dell’emissione e registrazione di fatture differite per beni consegnati o spediti nel mese precedente e risultanti da documenti di accompagnamento.

27 dicembre

Tutti i contribuenti Iva sono tenuti a versare l’acconto Iva (tramite F24 o con i servizi internet banking di banche e uffici postali o dell’Agente di riscossione se il saldo è zero).

Gli operatori economici intracomunitari, invece, dovranno presentare la documentazione del mese precedente attraverso il modello Intrastat telematico.

Mentre i datori di lavoro agricoli devono presentare la denuncia sulle retribuzioni corrisposte agli impiegati agricoli a novembre 2019. Devono anche versare i contributi, in entrambi i casi si paga con Mav bancario.

31 dicembre

L’ultimo giorno dell’anno scade il termine per i datori di lavoro per trasmettere i dati su compensi e contributi Inps. Il modello Uniemens va trasmesso in via telematica.

Chi ha acquisito nuovi immobili a partire dal 2018 oppure ne ha modificato la consistenza, dovrà presentare anche la dichiarazione Imu e quella Tasi.

Gli eredi di persone che sono decedute tra il 1° marzo 2019 e il 30 giugno 2019 dovranno presentare, in formato cartaceo negli uffici postali, la dichiarazione dei redditi Irpef del defunto.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da idealista

image beaconimage beaconimage beacon