Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Mossa di Donald Trump per restare Presidente. Il tycoon dice stop a sigari e rum da Cuba

Una mossa elettorale del leader della Casa Bianca in vista delle presidenziali di novembre . Donald Trump ha annunciato nuove sanzioni a Cuba per conquistare gli ispanici in Florida, lo stato in bilico che potrebbe decidere la presidenza degli Stati Uniti il prossimo 3 novembre. Un annuncio che dalla Casa Bianca è arrivato in un momento in cui un sondaggio lo vede favorito proprio nella penisola cruciale per la sua rielezione. Nel corso di una cerimonia il tycoon repubblicano ha sottolineato di voler riaffermare la solidarietà con il popolo cubano e l’eterna convinzione che la libertà prevarrà sempre sulle forze del comunismo. "Ecco perché, ha detto Trump, voglio esprime l'impegno dell'America per una Cuba libera. Una libertà che ci sarà molto presto.” Botta e risposta tra Trump e Miguel-Díaz Canel Alle presa di posizione di Trump è seguita quella a del Presidente cubano. Con un tweet Miguel-Díaz Canel ha risposto che il popolo cubano non rinuncerà mai alla propria sovranità e che si batterà per sconfiggere la politica crudele e criminale degli Stati Uniti. Tra le sanzioni annunciate dal Presidente americano contro l'Havana ci sono il divieto per i viaggiatori americani di soggiornare in strutture del governo di Cuba e la limitazione ulteriore dell’import di sigari e rum dall'isola dei Caraibi. Misure che per il popolo di Cuba pesano come un macigno. "Gli Stati Uniti stanno facendo tutto questo per punirci, dice una pensionato. Quando non avremo più soldi per comprare il cibo, o non arriverà denaro nel Paese, allora forse il mondo penserà che noi cubani pensa che noi cubani stiamo morendo di fame, ma noi siamo forti e sopravviveremo sempre," “Gli americani vogliono che rovinarci, vogliono vederci scendere in piazza per protestare come fanno in altri paesi, dice un uomo. Ecco quello che vogliono. E’ l’obiettivo di Trump per vincere le elezioni." Stop a sigari e rum per vincere le elezioni Quattro anni fa Trump vinse anche in Florida. Ora punta di nuovo su questo stato. Secondo un sondaggio sarebbe favorito con il 51% dei consensi contro il 47% del rivale democratico Joe Biden. Il tycoon ha parlato nei giorni scorsi agli elettori ispanici della sua crociata "contro, quelli che lui ha definito, i regimi oppressivi" non solo a Cuba ma anche in Nicaragua e in Venezuela. e sanzioni contro sigari e rum sono visti come un gesto volto a rafforzare simpatie e voti presso una comunità che è già largamente fedele a Trump: esuli, rifugiati, immigrati cubani, concentrati soprattutto nell'area di Miami.
image beaconimage beaconimage beacon