Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Commissione Ue: poteri all'Eba per supervisione anti-riciclaggio

Logo Milano Finanza Milano Finanza 12/09/2018 MilanoFinanza
© Milano Finanza

La Commissione europea propone di rafforzare il ruolo dell'Autorità bancaria europea nella supervisione del settore finanziario nel settore del riciclaggio del denaro. Motivo: sebbene esista una normativa antiriciclaggio considerata rigorosa, i recenti casi di riciclaggio di denaro in alcune banche Ue hanno allarmato non poco i governi perché l'applicazione della legislazione "non è sempre monitorata e fatta rispettare in modo efficace in tutta la Ue". Ciò, ha indicato la Commissione Ue "non solo crea rischi per l'integrità e la reputazione del settore finanziario europeo, ma può anche avere implicazioni per la stabilità finanziaria di determinate banche".

L'Eba, secondo il testo della proposta comunitaria, dovrà assicurare che le autorità di vigilanza antiriciclaggio nazionali rispettino la normativa e collaborino adeguatamente con le autorità di vigilanza prudenziale. I poteri attuali dell'Autorità saranno rafforzati in modo che questa possa, in ultima istanza, qualora le autorità nazionali non agiscano, adottare decisioni direttamente nei confronti dei singoli operatori del settore finanziario.

Il ruolo dell'Eba si poggerà sull'intensificaziokne dei controlli periodici delle autorità di vigilanza nazionali e valutazioni dei rischi; consentirà la raccolta di informazioni sui rischi e le tendenze in materia di antiriciclaggio e promuoverà lo scambio di queste informazion itra le autorità di vigilanza nazionali (attraverso centri dati); favorirà la cooperazione con i paesi terzi nei casi di carattere transfrontaliero. Sarà istituito un nuovo comitato permanente che riunisca le autorità di vigilanza nazionali antiriciclaggio.

La Commissione invita inoltre la Banca centrale europea a concludere con le autorità di vigilanza antiriciclaggio un protocollo d'intesa multilaterale sullo scambio di informazioni entro il 10 gennaio 2019, come richiesto dalla quinta direttiva antiriciclaggio.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Milano Finanza

image beaconimage beaconimage beacon