Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ultime notizie in Money stripe HP

Svizzera, 528 permessi di soggiorno “per meriti fiscali” a ricchi stranieri

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 16/02/2017 Claudio Del Frate

“Permesso di soggiorno per meriti fiscali”. Tradotto: se sei ricco e ci garantisci il pagamento di un alto importo fiscale, puoi risiedere in Svizzera senza problemi. Dal 2008 la legge elvetica consente ai singoli cantoni di derogare alle norme sulla concessione della residenza nei casi in cui venga accertato un “importante interesse pubblico”. Fino a oggi questa facoltà è stata concessa a 528 cittadini extra Ue e quasi sempre l’interesse pubblico era dettato dal fatto che il diretto interessato era un personaggio con un cospicuo conto in banca. Particolare statistico: il maggior numero di questi permessi è stato accordato dal Canton Ticino (200 in tutto, il 38% del totale), la regione dove è al tempo stesso più manifesta l’insofferenza verso l’immigrazione proveniente dall’Italia.

La Svizzera piace ai russi

© Fornito da Corriere della Sera

Il dato è stato reso noto dalla segreteria di stato per la migrazione del governo di Berna. I 523 stranieri considerato “fiscalmente interessanti” hanno ricevuto il via libera a risiedere in Svizzera e ad esercitare attività economiche sia in proprio che come dipendenti. Dietro il Ticino, che ha fatto la parte del leone, nella graduatoria c’è Ginevra, che però ha “staccato” appena 90 permessi. Seguono Zurigo con 41, Zugo (ritenuto il cantone con la fiscalità più vantaggiosa di tutta la Svizzera) e via via tutti gli altri. Per quanto riguarda la nazione di provenienza, la stragrande maggioranza dei “nuovi svizzeri” hanno il passaporto russo (165) seguiti a distanza da turchi, statunitensi, canadesi, brasiliani e serbi. Secondo il giornale Aargauer Zeitung, la semplice “pratica” burocratica per ottenere i permessi costa 50mila euro.

Il segreto bancario non conta

Cosa spinge ancora oggi tanti stranieri facoltosi a prendere casa in Svizzera? Non certo la convenienza finanziaria, dal momento che il segreto bancario è ormai evaporato. Ognuno dei nuovi residenti può invece contrattare con le autorità cantonali un forfait di tasse da versare; a questo si aggiunga la perdurante stabilità politica ed economica garantita dalla confederazione. Anche i report dell’Associazione bancaria elvetica hanno messo in evidenza che, nonostante la fine del segreto bancario, gli impieghi di capitali stranieri sulle principali piazza finanziarie del Paese non sono diminuiti ma anzi hanno registrato una ripresa.

ALTRO SU MSN:

VIDEO - Lavorare in Svizzera

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon