Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ultime notizie dal mondo dei motori

Mai più bimbi dimenticati in auto con il nuovo sistema RDA di Nissan

Logo La Repubblica La Repubblica 10/08/2017 di SILVIA BONAVENTURA

Nissan Pathfinder è la prima auto con sistema di allarme anti-abbandono “Rear Door Alert” (RDA) di serie a partire da settembre. E’ il primo dispositivo con avviso sonoro montato come equipaggiamento standard su una vettura. E nei prossimi mesi il sistema verrà implementato anche su altri modelli della casa giapponese. L’annuncio arriva dalla sede Nissan negli Stati Uniti, paese in cui ogni anno muoiono in media 37 bambini dimenticati dentro l’abitacolo dell’auto, che si trasforma rapidamente in forno. Un decesso ogni 10 giorni. In molti sottovalutano il pericolo, sostenendo che a loro non possa accadere mai. Ma i fatti di cronaca da tutto il mondo – salvo rari casi di abbandono volontario – raccontano un’altra verità. Tanto che anche il nostro Governo ha recentemente inserito (tra gli emendamenti alle modifiche dell’articolo 173 del Codice della Strada), l’obbligo di installazione di un sistema per prevenire l’abbandono di bambini (e animali) su tutte le auto. E mentre i legislatori stabiliscono quali provvedimenti adottare per legge, e tanti privati inventano sistemi più o meno efficaci per scongiurare l’abbandono accidentale, due donne statunitensi, ingegneri in Nissan e mamme, hanno trovato una soluzione. Grazie a una teglia di lasagne andate a male.

Un giorno come tanti, Elsa Foley, ingegnere industriale in Nissan e madre di due figli piccoli, torna a casa dal lavoro e si dimentica una teglia di lasagne sul sedile posteriore della sua auto. La mattina successiva, quando risale in macchina, se ne accorge solo per l’odore nauseante. L’auto ha continuato a puzzare per giorni – racconta -, e lei non ha smesso di chiedersi: “E se avessi dimenticato qualcosa di più importante?”. Così, con la collega Marlene Mendoza, anche lei ingegnere meccanico e madre di tre bambini, decide di realizzare un sistema che scongiuri dimenticanze ben più gravi di un po’ di cibo inacidito sul sedile posteriore.

© Fornito da La Repubblica

Le due mamme-ingegnere presentano il progetto a Nissan che subito lo sviluppa presso il Centro Tecnico Nissan North America (NTCNA) di Farmington Hills, in Michigan. La nuova funzionalità RDA debutterà come equipaggiamento standard sul SUV Nissan Pathfinder 2018 a partire da settembre prossimo e sarà disponibile sugli altri modelli nei prossimi anni. Il sistema RDA Nissan controlla le portiere posteriori e memorizza l’apertura e la chiusura prima e dopo qualunque viaggio. Se i sensori rilevano che la porta posteriore è stata aperta e chiusa prima della partenza, ma non è stata riaperta all’arrivo, dopo che il veicolo è stato parcheggiato e il motore è stato spento, il sistema invia una serie di notifiche al guidatore, partendo da un alert sul pannello strumenti e andando in un crescendo di avvisi fino al suono del clacson nel caso in cui il guidatore sia sceso dall’auto.

“L’allarme della porta posteriore utilizza una segnalazione simile a quella l’allarme pneumatico Easy Fill di Nissan che si è dimostrata efficace – ha aggiunto Foley -. Attirando la tua attenzione sul veicolo, una volta che sei andato via, hai più probabilità di ricontrollare il sedile posteriore che con il solo allarme visivo”. “L’idea è che se si apre lo sportello posteriore, sia per sistemare un bambino che per poggiare un pacchetto sul sedile, il veicolo avviserà, a destinazione, che è meglio controllare il sedile posteriore”, ha sottolineato Mendoza.

Visto che gli scenari per cui una portiera posteriore può essere aperta e chiusa senza essere poi riaperta a destinazione sono innumerevoli, e non è detto che ci sia un bambino o un animale a bordo, il sistema RDA può essere settato in base alle proprie esigenze, è configurabile e può essere anche disattivato, sia per un tempo limitato che definitivamente. “C’è una cultura di innovazione con la missione Nissan Intelligent Mobility che incoraggia veramente i dipendenti di tutto il mondo a proporre nuove idee ogni giorno – conclude Mendoza -. Siamo grate di essere state in grado di utilizzare le nostre prospettive da mamme e i nostri background da ingegneri per portare avanti un’idea che sta entrando in produzione, fornendo ai guidatori un promemoria per controllare i sedili posteriori”. Il nuovo sistema RDA sarà di serie da settembre su Nissan Pathfinder 2018 solo nel mercato statunitense.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon