Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Ultime notizie dal mondo dei motori

Volkswagen – Entro il 2022, 16 stabilimenti per veicoli elettrici

Logo Quattroruote Quattroruote 14/03/2018 Quattroruote
Volkswagen – Entro il 2022, 16 stabilimenti per veicoli elettrici © Quattroruote Volkswagen – Entro il 2022, 16 stabilimenti per veicoli elettrici

Volkswagendà una scossa alla Roadmap E. Come? Realizzando 16 siti produttivi per veicoli elettrici entro la fine del 2022. L’annuncio arriva direttamente dal ceo del gruppo Matthias Müller nel corso della conferenza stampa annuale di bilancio. Attualmente, il gruppo tedesco assembla auto a zero emissioni in tre fabbriche, ma nei prossimi due anni altri nove impianti saranno organizzati per l’elettrificazione. Müller anticipa poi accordi già raggiunti con costruttori di batterie in Cina ed Europa, per un controvalore di 20 miliardi di euro. Questo consentirà alla Volkswagen, spiega il ceo, di produrre fino a tre milioni di veicoli elettrici per il 2025 e di commercializzare 80 nuovi modelli EV a livello di gruppo. Già quest’anno, aggiunge, altri nove nuovi veicoli, tre dei quali full electric, entreranno nel portafoglio attuale di nove auto elettriche pure e ibride plug-in".

Volkswagen - Entro il 2022, 16 stabilimenti per veicoli elettrici © Quattroruote Volkswagen - Entro il 2022, 16 stabilimenti per veicoli elettrici
Anche motori termici. Stiamo facendo massicci investimenti nella mobilità del futuro, rimarca Müller, ma senza rinnegare le attuali tecnologie e le motorizzazioni come il diesel, che invece continueranno a giocare un ruolo importante per i decenni a venire. Nel 2018 Volkswagen investirà quasi 20 miliardi di euro nei veicoli e nella guida convenzionali, come parte di una strategia di investimenti per 90 miliardi nei prossimi cinque anni. La trasformazione del gruppo partita nel 2016, fa notare il numero uno di Wolfsburg, sta diventando più concreta e tangibile ogni giorno che passa.

Il diesel ha un futuro. Tra gli 80 nuovi modelli, Müller cita laAudi Q8 e due nuove piccole Suv per il mercato cinese (per noi il più importante), così come le nuove TouaregeAudi A6. Ma prima ancora di passare al dettaglio degli investimenti per la e-mobility, il ceo del gruppo Volkswagen si sofferma sulle motorizzazioni tradizionali e in particolare su quelle a gasolio. Stiamo investendo grandi risorse economiche e facendo enormi sforzi per ulteriori e significativi passi avanti nella riduzione dei consumi e delle emissioni. Posso quindi solo sperare che per il 2019, quando entrerà in commercio la nostra nuova generazione di motori il diesel non sarà stato dichiarato morto. Perché, insiste il ceo, il diesel moderno è parte della soluzione, non del problema. Ed è anche un motore valido dal punto di vista della protezione del clima. Così come il metano, le cui potenzialità sono ben lungi dall’essere esaurite.

Volkswagen: Il veicolo elettrico e autonomo Sedric in versione scuolabus, appena presentato al Salone di Ginevra © Quattroruote Il veicolo elettrico e autonomo Sedric in versione scuolabus, appena presentato al Salone di Ginevra
e-mobility e guida autonoma. Il futuro, però, non aspetta e noi siamo tornati all’offensiva, aggiunge Müller, con investimenti per 34 miliardi di euro fino alla fine del 2022, in e-mobility, guida autonoma, nuovi servizi di mobilità e digitalizzazione. E nel 2018 spenderemo in questi settori 6,6 miliardi. L’obiettivo è quello di elettrificare l’intero portafoglio di oltre 300 modelli, al massimo entro il 2030. Tra le auto che nasceranno ab origine elettriche già questanno il ceo di Volkswagen cita la Audi e-tron (500 km di autonomia) e il primo veicolo in collaborazione con la cinese Jac Motors. Nel 2019 sarà la volta della Porsche Mission E e della prima vettura della famiglia Volkswagen I.D. Da quel punto in poi ci sarà virtualmente un lancio ogni mese e per il 2020 noi porteremo sule strade altri 25 modelli a propulsione elettrica e 24 plug-in. Müller mostra poi le slide con la distribuzione geografica dei 16 impianti per la realizzazione di veicoli elettrici: uno in Usa, a Chattanooga, cinque nella Greter China e i rimanenti dieci in Europa.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Quattroruote

image beaconimage beaconimage beacon