Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Covid Italia, bollettino oggi: nuovi contagi (34.767) e morti (692) in calo. Frena l'aumento delle terapie intensive

Logo Il Mattino Il Mattino 21/11/2020
Covid Italia, bollettino oggi: nuovi contagi (34.767) e morti (692) in calo. Frena l'aumento delle terapie intensive © Internet (altro) Covid Italia, bollettino oggi: nuovi contagi (34.767) e morti (692) in calo. Frena l'aumento delle terapie intensive

Covid, il bollettino di oggi 21 novembre 2020. Sono 34.767 i nuovi casi nelle ultime 24 ore e 692 morti. Il virus rallenta la sua corsa ma è ancora presto per dire che sia una frenata consistente. I 37.767 nuovi casi e le 692 vittime in 24 ore indicate nel bollettino quotidiano del ministero della Salute dimostrano che ci vorranno ancora settimane per tornare ai livelli di inizio ottobre e confermano quanto ribadito venerdì nel monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità: la diffusione del Covid si mantiene a livelli «critici» in tutto il paese, con un'Italia «monocolore» nella quale c'è un rischio elevato «di epidemia non controllata e non gestibile». Per questo il ministro della Salute Roberto Speranza torna a richiamare tutti alla prudenza. «I primi segnali in controtendenza dopo le settimane di crescita vertiginosa del contagio si vedono, ma sono ancora del tutto insufficienti - sottolinea - La pressione sui servizi sanitari è fortissima» e dunque «dovremo ancora resistere.

Test rapido per Covid, influenza e virus respiratori con un solo tampone. Come funziona

Luca Zaia: «De Luca? Adda passà 'a nuttata». Veneto, 3.570 nuovi contagi e 67 morti

 

Dati incoraggianti dal bollettino

 

I numeri ufficiali dicono che sono ormai 1.380.531 gli italiani che sono entrati in contatto con il virus dall'inizio dell'emergenza mentre il numero totale delle vittime si avvicina sempre più alle 50mila, una soglia inimmaginabile un anno fa: ad oggi sono 49.261, oltre 4.500 delle quali nell'ultima settimana durante la quale non si è mai scesi sotto le 500 al giorno. Che il virus colpisca ancora duro è certificato anche dal numero degli attualmente positivi, che sono quasi 800mila, 14.570 più di ieri, e dai pazienti ricoverati nei reparti ordinari, che hanno superato la soglia dei 34mila (34.063), con un incremento rispetto a venerdì di 106. Crescono anche i dimessi e i guariti, 19.502 più di ieri per un totale di 539.524. Un dato positivo nel bollettino del ministero della Salute però c'è. Anzi, ce ne sono due. Il primo è il rapporto tra i positivi individuati e i tamponi effettuati (237.225, circa 800 in meno), sceso di un punto rispetto a venerdì, da 15,6% a 14,6%; il secondo è l'incremento dei ricoverati in terapia intensiva: 'solò 10 in tutta Italia nelle ultime 24 ore.

dpc-covid19-ita-scheda-regioni-latest (6)_21170247.pdf

© Fornito da Il Mattino

Per quanto riguarda le singole regioni più colpite, 8.853 nuovi contagi riscontrati in Lombardia, 3.567 in Veneto, 3.554 in Campania e 2.896 in Piemonte.

Lombardia

Con 44.294 tamponi realizzati è di 8.853 il numero di nuovi casi positivi accertati in Lombardia, una percentuale dunque del 19,9%. Sale a 936 il numero di ricoverati in terapia intensiva con sei pazienti in più mentre negli altri reparti è di: 8.314 (+10). Sono invece 169 i decessi, che porta il totale complessivo da inizio pandemia a 20.359.

PugIia

In Puglia oggi sono stati registrati 9.803 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati 1.377 casi positivi. Sono 19 i decessi. Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che dei 1.377 casi positivi, 508 sono in provincia di Bari, 144 in provincia di Brindisi, 120 nella provincia Bat, 335 in provincia di Foggia, 101 in provincia di Lecce,161 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 1 caso di residenza non nota. Dei 19 decessi, 2 sono stati registrati in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi, 1 in provincia Bat 5 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 712.626 test; 10.612 sono i pazienti guariti; 30.420 sono i casi attualmente positivi.

Lazio

Calano nel Lazio positivi e decessi per Covid. «Su 30 mila tamponi(+3.159) si registrano 2.658 casi positivi (-9), 37 i decessi (-4) e +491 i guariti. Scende sotto al 9% il rapporto tra i positivi e i tamponi, calano i decessi e calano i positivi», sottolinea l'assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D'Amato nel bollettino.

Covid Lazio, il bollettino di oggi 21 novembre: 2.658 nuovi casi, 1.574 a Roma. Calano positivi e morti

Veneto

In Veneto si registrano 3.570 nuovi contagi da Coronavirus rispetto a ieri, che portano il totale da inizio pandemia a 119.726 malati. Lo ha riferito il presidente regionale Luca Zaia. I decessi salgono a 3.190, 67 in più rispetto a ieri. Negli ospedali alle ore 8.00 di oggi si superano 2.600 ricoveri, suddivisi tra area non critica (2.321, +27) e terapie intensive (291, +5).

Toscana

In Toscana sono 92.776 i casi di positività al coronavirus, 1.892 in più rispetto a ieri (1.200 identificati in corso di tracciamento e 692 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 7,4% e raggiungono quota 37.471 (40,4% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.440.310, 18.527 in più rispetto a ieri, di cui il 10,2% positivo. Sono invece 7.766 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 24,4% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 4.500 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.140, -1,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.094 (7 in più rispetto a ieri), di cui 296 in terapia intensiva (1 in più). Si registrano 44 nuovi decessi: 26 uomini e 18 donne con un'età media di 82,2 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione. L'età media dei 1.892 casi odierni è di 46 anni circa (il 13% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più). Sono 26.092 i casi complessivi ad oggi a Firenze (428 in più rispetto a ieri), 8.190 a Prato (231 in più), 7.988 a Pistoia (232 in più), 5.819 a Massa (92 in più), 9.143 a Lucca (229 in più), 12.701 a Pisa (202 in più), 6.526 a Livorno (174 in più), 8.656 ad Arezzo (142 in più), 3.876 a Siena (62 in più), 3.230 a Grosseto (100 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 891 quindi i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 697 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 304 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

Umbria

Scende oggi all'8,59 per cento il tasso di positività al Covid dei tamponi analizzati in Umbria nell'ultimo giorno, 4.748, 385.737 totali, dai quali sono scaturiti 408 nuovi casi, 21.369. Emerge dai dati aggiornati sul sito della Regione. Registrate altre nove vittime per il virus, 323 complessivamente, e 344 guariti, 9.618. Gli attualmente positivi sono ora 11.428, 55 più di ieri. Sul fronte degli ospedali, i ricoverati sono 447, 11 in più, 75, più quattro, in terapia intensiva. Tra i nuovi positivi una ospite della residenza per anziani Muzi Betti di Città di Castello. «Una signora di 100 anni» che ha contratto il virus come due operatori sanitari, secondo quanto reso noto dal sindaco tifernate Luciano Bacchetta.

Emilia-Romagna

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 103.064 casi di positività, 2.723 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.697 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di nuovi tamponi fatti è oggi dell'13,8% (ieri l'11,3%). Purtroppo, si registrano 47 nuovi decessi: 25 in provincia di Bologna (16 uomini di 67, 68, 71, 75, 76, 80, 82, due di 85, 86, due di 89, due di 92, 96 anni e un uomo di 73 a Imola; 9 donne di 74, 78, 81, 82, 88, 89, 93, 94, 96 anni), 7 in quella di Modena (5 uomini di 80, 88, 89, 90 e 99 anni e 2 donne di 79 e 88 anni) 8 in quella di Reggio Emilia (6 uomini di 60, 73, 74, due di 80 anni e uno di 94 e una donna di 80 e una di 68), uno in quella di Ravenna (un uomo di 85), uno in quella di Piacenza (una donna di 77 anni), uno in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 82), 2 a Parma (2 donne di 83 e 86 anni), 2 in quella di Ferrara (un uomo di 71 e una donna di 91 anni, nessun decesso a Rimini.

Basilicata

Sono 279 i nuovi positivi emersi nelle ultime 24 ore, in Basilicata, dall'esame di 1.686 tamponi: lo ha reso noto la task force regionale, spiegando che si sono registrati altri sei decessi. I lucani «attualmente positivi» sono 4.995, quelli in isolamento domiciliare sono 4.814. Il totale delle vittime del coronavirus in Basilicata è salito a 110, mentre sono mille i guariti. Nei due ospedali di Potenza e di Matera sono ricoverate 181 persone: 13 sono nel reparto di terapia intensiva del «San Carlo» di Potenza e undici nella terapia intensiva del «Madonna delle Grazie» di Matera. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria, sono stati analizzati in Basilicata 137.987 tamponi, 130.704 dei quali sono risultati negativi.

Speranza: segnali in controtendenza non sufficienti, dobbiamo resistere

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Mattino

image beaconimage beaconimage beacon