Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Governo al lavoro sul decreto Covid, ma per le riaperture si deciderà in base ai dati

Logo Il Sole 24 Ore Il Sole 24 Ore 23/02/2021
© Fornito da Il Sole 24 Ore

Fronteggiare le varianti Covid intensificando le vaccinazioni e dare sostegno all’economia: sono i i due assi su cui si muove il neo presidente del Consiglio Mario Draghi chiamato con il suo governo a decidere le misure da adottare alla scadenza del Dpcm lasciato in eredità dal suo predecessore Giuseppe Conte, alla data cruciale del 5 marzo. Da una parte c’è da tenere conto del parere dei tecnici, alcuni dei quali non escludono la necessità di forme di lockdown, quando ci saranno quantità massicce di dosi, per garantire il successo della campagna e il raggiungimento dell’immunità di gregge. Dall’altra parte avanza la richiesta, anche nella stessa maggioranza, di far ripartire attività rimaste chiuse (come palestre e piscine) o che subiscono limitazioni di orari (ristoranti). Draghi fa prevalere per ora la linea della prudenza: le scelte saranno prese in base a nuovi dati del contagio, a partire dal rapporto aggiornato dell’Iss sulle varianti atteso per venerdì.

A spingere per una piena ripresa delle attività di ristorazione era stato lunedì 22 febbraio il capo della Lega Matteo Salvini: «Dove la situazione sanitaria è sotto controllo e rispettando i protocolli di sicurezza - ha detto l’ex ministro dell’Interno del primo governo Conte - , i ristoranti devono poter lavorare anche la sera. Se la legge permette di pranzare in tranquillità e sicurezza alle 13, deve permetterlo anche alle 20». Tema di cui Salvini ha parlato il giorno successivo con il premier Draghi in un incontro a Palazzo Chigi. «Non parlo a nome di Draghi, ma sul ritorno alla vita dove la situazione lo permetta siamo sulla stessa linea», ha detto Matteo Salvini.

Una linea su cui si schierano anche le Regioni. La proposta di Salvini «è ragionevole» ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, specificando che questo potrebbe valere «laddove nel territorio non si hanno troppi rischi di contagio». «Dove le cose vanno in maniera migliore si può ragionare, con controlli più serrati, dove ci sono meno rischi», con l’obiettivo «di dare ossigeno a qualche attività».

Il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli ha fatto sapere che «attraverso il Cts, comitato tecnico scientifico del ministero della Salute, stiamo lavorando a protocollo per consentire alla ristorazione la ripartenza». Intervenuto in streaming al Consiglio nazionale della Coldiretti, l’ex ministro dello Sviluppo economico ha detto che l’impatto della pandemia sulla ristorazione «è un tema che conosco bene. Il Fondo pensato a inizio anno è stato utile, ma ora dobbiamo avere la forza di garantire alle persone di poter tornare al ristorante. Anche perché ci sono comparti fornitori, come quello del vino in grande sofferenza».

Dopo la riapertura dei musei nelle zone gialle di una ripartenza per cinema e teatri ha parlato il ministro della Cultura Dario Franceschini annunciando di voler portare al Comitato tecnico scientifico una serie di valutazioni fatte dagli uffici del ministero e dalle associazioni di categoria per la ripresa degli spettacoli in vista del 5 marzo. Servirà infatti definire protocolli molto dettagliati e, soprattutto, decidere con ampio anticipo per consentire all’intero settore, nel caso, di potersi rimettere in moto.

Intanto il ministero dell’Economia è al lavoro per un decreto ristori che potrebbe arrivare entro questo fine settimana per dar fiato ad attività in affanno. Le Regioni hanno chiesto al governo che «in via strutturale, lo stesso provvedimento che introduce restrizioni per il Paese e poi restrizioni particolari per singoli territori, deve anche attivare gli indennizzi e salvaguardare le responsabilità, garantendo la contestualità a prescindere da chi adotta il provvedimento».

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Sole 24 Ore

image beaconimage beaconimage beacon