Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Renzi: gli esponenti di Iv si sono dimessi dal governo

Logo Il Sole 24 Ore Il Sole 24 Ore 13/01/2021
© Fornito da Il Sole 24 Ore

Renzi: gli esponenti di Iv si sono dimessi dal governo.

È nel pomeriggio che si sono smosse le acque della crisi. Il premier è salito al Colle ufficialmente per parlare con Sergio Mattarella del Recovery plan, ma il colloquio ha cambiato segno alla dichiarazione di guerra del premier di martedì («mai più con Renzi se Iv ritira le ministre»). All’uscita di Conte dal Quirinale, dopo l’invito del Presidente ad «uscire velocemente da questa condizione di incertezza, a fronte dell'allarmante situazione causata dalla pandemia» il premier ha spazzato via ogni ipotesi di governi appoggiati a deboli stampelle («ho sempre detto che ci vuole una maggioranza solida per portare avanti l'azione del governo») che non piacevano al Colle. Sul tavolo - senza che Conte e Renzi si siano mai incontrati per un chiarimento definitivo - restano solo due opzioni: un patto di legislatura che rafforzi la maggioranza anche con Iv o, nell’ipotesi a molti sgradita che tutto precipiti, il voto. Intanto Conte parla chiaro: il governo va avanti «solo con il sostegno di ciascuna forza di maggioranza». E si augura che non si arrivi alle dimissioni delle ministre e Iv si metta al «lavoro per un patto di fine legislatura». Poi: «Lavorerò fino all'ultimo giorno e all'ultima ora per rafforzare la coesione della maggioranza, nell'interesse dei cittadini la cui sofferenza viene prima di tutto». E per tentare di mettere al sicuro i provvedimenti cruciali, convoca un doppio Cdm, uno in serata sul nuovo dl anti-Covid e l'altro giovedì sul nuovo scostamento per i ristori di gennaio.

Dopo l’astensione delle ministre Iv sul Recovery Plan (l’ultimo scontro in Cdm è stato sulla mancata attivazione del Mes) Pd e M5s hanno cercato in extremis di impedire la rottura con contatti e appelli alla responsabilità rivolti sia all'indirizzo del premier sia di Matteo Renzi. «Si faccia di tutto per riprendere il dialogo, il confronto nella maggioranza, per trovare una soluzione alla crisi», ha chiesto il leader Pd Nicola Zingaretti convinto che sia ancora possibile rilanciare l’azione di questo esecutivo con un nuovo patto di maggioranza. Anche Beppe Grillo ha rilanciato una lettera aperta ai partiti di maggioranza e opposizione del deputato M5S Giorgio Trizzino con un appello a fare «insieme un patto tra tutti i partiti», precisando poco dopo che «è sottinteso che il governo è di Conte»

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Sole 24 Ore

image beaconimage beaconimage beacon