Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Taranto: «No case agli immigrati» E 10 famiglie italiane le occupano

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 17/03/2017 Claudio Del Frate

Italiani contro migranti; italiani che si sentono esclusi da aiuti e assistenza che si muovono per fermare l’arrivo di stranieri. E’ quanto sta accadendo da ieri sera (giovedì) a Taranto dover una decina di famiglie (una cinquantina di persone in tutto) ha occupato alcuni alloggi destinati a ospitare extracomunitari. Gli occupanti appartengono — secondo quanto si è appreso - a famiglie bisognose del quartiere Salinella della città pugliese e non sembrano intenzionate a lasciare le case, situate in via Plinio: prova della loro determinazione è che hanno effettuato lavori di attivazione della rete elettrica. La situazione è molto delicata, anche sotto il profilo dell’ordine pubblico, le forze dell’ordine si sono fino a questo momento limitate a tentare un’opera di mediazione che però fino a questo momento non ha prodotto risultati.

© Fornito da Corriere della Sera

«Prima gli italiani»

Gli alloggi occupati appartengono a dei privati ma sarebbero stati assegnati a una cooperativa sociale che ha ricevuto finanziamenti pubblici: obiettivo dare ospitalità a circa 300 migranti minori a cui andrebbero assegnate le case di via Plinio. L’arrivo degli stranieri non è dato per imminente, dovrebbero prima essere effettuati lavori di sistemazione ma la voce si è sparsa tra le famiglie del quartiere Salinelle e ha fatto scattare il blitz nella serata di giovedì. «Non è giusto che si aiutino gli extracomunitari, ignorando tanti tarantini che da anni vivono nel disagio» è quanto hanno detto ai poliziotti le famiglie che rivendicano il diritto alla casa. L’immobile fino a pochi anni fa era occupato da uffici comunali , il municipio di Taranto sarebbe stato disponibile ad acquistarlo per destinare quegli appartamenti a sfrattati famiglie in difficoltà; ma il progetto era tramontato. Secondo il consigliere comunale di Forza Italia Giampaolo Vietri, i residenti temono «che l’arrivo di alcune centinaia di migranti possa peggiorare ulteriormente la qualità della vita in un quartiere scarsamente illuminato e già teatro di atti vandalici contro portoni e auto in sosta». La zona attualmente è presidiata dalle forze dell’ordine.

ALTRO SU MSN:

VIDEO - Immigrati: la protesta delle mamme di Muggia

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon