Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Tav, la Francia protesta: "È un dossier di parte"

Logo Il Giornale Il Giornale 12/02/2019 Franco Grilli
Twitter © Fornito da Il Giornale Online SRL Twitter

L'analisi costi benefici sulla Tav agita e non poco le acque nel governo e nella maggioranza. Ma gli effetti di questa "agitazione" che mette a repentaglio la decisione di proseguire con i lavori per la Torino-Lione si sentono anche sui nostri partenr per questa opera infrastrutturale. La Francia ha infatti appreso con preoccupazione l'esito del dossier presentato dal Mit e chiede spiegazioni. Per il Comitè Transalpine Lyon-Turin la relazione costi benefici italiana è "straordinariamente di parte".

LEGGI l'analisi costi-benefici TAV inviata a Palazzo Chigi

Secondo i francesi nelle carte vengono "minimizzati i benefici ambientali colossali, Ponti iscrive nella colonna dei costi il mancato introito che rappresenterebbe per lo Stato italiano una diminuzione importante delle tasse sul carburante e dei pedaggi autostradali. Per sintetizzare - conclude il comitato francese - meno ci saranno mezzi pesanti e auto sulle Alpi, più il rapporto costi-benefici sarà negativo. Un ragionamento che pesa almeno quanto il CO2". Insomma in questo periodo di "gelo" tra Roma e Parigi si apre un nuovo fronte di scontro. E gli esiti su questa battaglia possono essere imprevedibili.

GUARDA ANCHE: Le tensioni Italia- Francia viste da Parigi (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Giornale

image beaconimage beaconimage beacon