Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Milano: è morto Folco Portinari, pioniere della Rai e fondatore di Slow Food

Logo La Repubblica La Repubblica 12/01/2019
© Fornito da La Repubblica

E' morto ieri a Milano Folco Portinari: scrittore, saggista, poeta e docente univrsitario, pioniere della tv alla Rai degli anni '50, aveva 93 anni.

Nato a Torino nel 1926, residente a Milano dal 1977, Portinari oltre ad essere un importante studioso della letteratura dell'Ottocento italiano era un noto gourmet e gastonomo: fu lui a stendere, insieme a Carlo Petrini, il Manifesto fondativo di Slow Food, che ha rivoluzionato la cultura del cibo: era il 1987.

Portinari entrò in Rai negli anni Cinquanta per meriti culturali insieme al gruppo dei cosiddetti "corsari" di Umberto Eco, Enrico Vaime, Piero Angela, Angelo Guglielmi, Gianni Vattimo, Furio Colombo e altri intellettuali lontani dalla lottizzazione politica. Lavorò per la programmazione radiofonica e televisiva della Rai per un trentennio. Grazie alla sua sensibilità per la terra e alla passione per la cucina dei territori, portò in televisione il gastronomo Luigi Veronelli, con i suoi racconti sulla vita e le storie di contadini, allevatori, cuoche e cuochi, autore e presentatore televisivo del primo programma sulla cucina sugli schermi allora in bianco e nero della Rai.

Ha collaborato alle pagine letterarie della "Stampa", del "Corriere della Sera", di "Panorama", dell'"Unità" e "Il Diario" ed è stato anche autore di diversi libri di poesia: da "Il cambio di moneta" a "Relazioni d viaggio", da "Poesia da questo mondo" a "Punto a capo", l'ultimo, nel 2008.

Le esequie si svolgeranno lunedì 14 gennaio, alle ore 14, presso la casa funeraria San Siro, in via Corelli 120 a Milano

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon