Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Sesto, arriva il circo senza animali

Logo Il Giorno Il Giorno 2 giorni fa LAURA LANA
© SE Poligrafici(wc)|spf|b3185f1808f9117eca4ff1aceb987a45

Sesto San Giovanni (Milano), 3 dicembre 2019 – Come ogni periodo natalizio, il tendone del circo aprirà in città nell’area di via Marx. La novità di quest’anno è che lo show non prevederà la presenza di animali. È una grande vittoria per le associazioni che da anni si battono per spettacoli senza dromedari, leoni, serpenti, elefanti, tigri, scimmie. A ogni attendamento, infatti, i gruppi animalisti hanno protestato con presidi, striscioni, comunicati, richieste di accesso agli atti in Comune e in azienda sanitaria oltre che con appelli all’amministrazione per dire «no» agli operatori circensi che inseriscono nei numeri animali, spesso esotici e quindi fuori dal loro clima e habitat.

Così, dal 25 dicembre al 12 gennaio in via Marx ci sarà il Mexican Circus Kodanty che vede uno spettacolo con clown, trapezisti, danzatori e altri professionisti dell’arte del divertimento e dell’illusione. «Da sindaco sono molto fiero di essere tra i primi a ospitare il circo senza animali. È una vittoria importante contro uno spettacolo anacronistico e crudele, che con la scusa del divertimento sfrutta gli animali senza minimamente tenere conto dei loro bisogni e della loro salute – ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano, che negli anni passati era stato accusato proprio di non fare abbastanza nonostante gli impegni nel programma elettorale -. Abbiamo scelto l’evoluzione al posto dell’umiliazione e mi auguro che altri colleghi sindaci si impegnino in questo senso».

Proprio nella vicina Cologno Monzese pochi giorni fa è andato in scena un presidio di protesta in via Dalla Chiesa. Se lo show era privo di animali, sotto le tende si vedevano lo stesso alcuni dromedari «posteggiati» accanto alla tensostruttura dello show circense. «A Cologno abbiamo in vigore un regolamento surreale che vieta l’uso negli spettacoli ma non l’attendamento. Per questo abbiamo presentato in consiglio comunale una mozione per modificare il regolamento – ha spiegato Monica Motta, capogruppo M5Stelle -. La proposta è stata accolta all’unanimità e ora lavoreremo in commissione per arrivare a un nuovo testo».

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Il Giorno

image beaconimage beaconimage beacon