Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Bilancio e 10 curiosità sull'Oktoberfest di Monaco di Baviera

Logo Lettera 43 Lettera 43 12/10/2018 Lettera43
© News 3.0

L’Oktoberfest è la più importante festa popolare della Germania. Si tiene a Monaco di Baviera, si festeggia dalle ultime due settimane di settembre alla prima di ottobre e si beve molto. Forse troppo, visto che nel 2018 sono stati arrestati nove italiani e altri 91 hanno ricevuto denuncia, perché coinvolti in atti criminosi. Durante la fiera si sono verificati 138 interventi che hanno interessato cittadini del nostro Paese. Non una gran figura. Per rimediare, vi proponiamo altre 10 curiosità, magari positive, sull’evento più atteso dagli amanti della birra di tutto il mondo.

1. ORIGINI DELL'OKTOBERFEST: LA FESTA PER UN MATRIMONIO

No, l’Oktoberfest non nasce come festa alcolica. Era il 1810 quando il principe ereditario bavarese Ludwig prese in sposa la principessa di Sassonia Therese Von Sachsen-Hildburghausen. I festeggiamenti furono pubblici e coinvolsero tutta la popolazione di Monaco per cinque giorni. Con il tempo, l’anniversario di nozze dei due principi divenne un’occasione per i bavaresi di riunirsi e festeggiare con salsicce, musica e alcol.

2. SI CHIAMA OKTOBERFEST, MA SI FESTEGGIA A SETTEMBRE

Nonostante il nome del festival folkloristico richiami il mese di ottobre, buona parte della fiera si svolge le ultime due settimane di settembre. Il motivo è semplice: nel nono mese il clima è più mite, e il numero di ospiti maggiore.

3. L’HANNO ANNULLATA SOLO 24 VOLTE: UN APPUNTAMENTO IRRINUNCIABILE

I bavaresi sono molto affezionati alla loro festa regionale e, in più di 200 anni di storia, hanno saputo rinunciarvi solo 24 volte. I motivi del forfait, ovviamente, furono dovuti a cause di forza maggiore, come le epidemie di colera o le due Guerre mondiali.

4. IL VERO NOME DELLA FESTA È WIESN: "PRATO"

Avete capito bene, gli abitanti di Monaco non chiamano la loro festa Oktoberfest, ma più colloquialmente Wiesn, cioè “prato”. L’evento, infatti, dai suoi albori nel 1810, si è sempre tenuto nel grande giardino alle porte del capoluogo bavarese.

5. A MONACO, SOLO LA BIRRA DI MONACO

Ai tavoli della fiera si serve solo ed unicamente birra proveniente dalla città di Monaco, che è considerata dai suoi abitanti «la più buona al mondo». E niente scherzi, gli unici ingredienti accettati dai monacensi per la loro birra sono tre: acqua, orzo e luppolo.

6. QUANDO E DOVE SI BEVE: DALLE 9 ALLE 23.30 SOTTO I TENDONI

La tradizione vuole che la fiera cominci tra le nove e le 10 di mattina, per concludersi alle undici e mezzo di sera. Per festeggiare in compagnia, ci si può sedere ai tavoli all’interno dei Fasthalle, i tendoni principali dell’Oktoberfest. I più importanti sono sei, legati alle maggiori fabbriche di birra bavaresi: Paulaner, Spaten, Hofbrau, Hacker-Pschorr, Augustiner e Lowenbrau.

7. NON SOLO BIRRA: VINO, SALSICCE E STINCO DI MAIALE

Ovviamente non si serve solo birra. Durante l’Oktoberfest si possono provare 15 tipi di vini, diversi tipi di spumante e champagne nei Weinzelt, i tendoni del vino. Inoltre, sono presenti più di 140 ristoranti e stand dove si vendono salsicce e stinco di maiale cucinato con la ricetta bavarese.

Dieci Curiosità Oktoberfest Monaco Di Baviera Germania © News 3.0 Dieci Curiosità Oktoberfest Monaco Di Baviera Germania

8. QUANTI ITALIANI ALL'OKTOBERFEST: IL 19% DEI PARTECIPANTI

Secondo le stime fornite da Il Sole 24 Ore nel 2017, il numero di italiani a Monaco di Baviera durante le settimane di festa si è attestato intorno al 19% dei partecipanti. Siamo secondi solo agli inglesi, imbattibili al primo posto con il 67%. In terza posizione, invece, si collocano gli spagnoli col 9%. Tedeschi solo al 5%. Tutto turismo alcolico.

9. ANCHE ALBERT EINSTEIN È ANDATO ALL'OKTOBERFEST

Il più grande scienziato del XX secolo, Albert Einstein, ha partecipato all’ Oktoberfest di Monaco nel 1896. Non si sa se prese parte attivamente ai festeggiamenti, ma sicuramente ha avuto un ruolo di notevole importanza nella la storia del festival. Il geniale fisico, all’epoca 17enne, si occupò di allestire, per la prima volta nella storia della fiera, l’impianto di illuminazione degli stand.

10. I RECORD DELL'OKTOBERFEST: 7 MILA UBRIACHI IN CROCE ROSSA

L’Oktoberfest vede ogni anno più di 7 milioni di visitatori in grado di consumare un totale di 6,9 milioni di litri di birra, 94 mila litri di vino e più di 42 mila litri di spumante. È evidente che l'atmosfera del folkloristico evento sia gioviale, allegra e inviti a bere. Forse troppo. Si stimano annualmente tra i 600 e gli 800 ospiti intossicati dall'alcol. I curatori della festa, per prevenire ulteriori problemi di salute causati dall’eccesso di birra, hanno allestito un grande stand della Croce rossa, che accoglie ogni anno più di 7 mila persone gravemente ubriache.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Lettera 43

image beaconimage beaconimage beacon