Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Corea del Nord testa missili balistici: "Lanciati in mare". Giappone: "Oltraggioso, viola patti Onu"

Logo di Rai News Autore: dalla redazione Da: Rai News | Diapositiva 1 di 6: Stando a una nota dell'esercito di Seul, due missili - il cui modello non è stato identificato - sono stati lanciati dalle zone interne della parte settentrionale della Corea del Nord. Le intelligence americana e sudcoreana sono al lavoro per raccogliere più informazioni. Due giorni fa Pyongyang ha testato con successo un nuovo missile da crociera a lungo raggio. Come spiegato dall'agenzia di stampa statale nordcoreana Kcna, il missile è stato in grado di raggiungere una distanza di 1.500 chilometri.  Il lancio è avvenuto mentre il ministro degli esteri cinese Wang Yi era in visita a Seul per colloqui con la sua controparte sudcoreana. Pechino è il principale alleato diplomatico del Nord e il principale partner per il commercio e gli aiuti, anche se Pyongyang è sotto un blocco autoimposto dopo aver chiuso i suoi confini all'inizio dello scorso anno per proteggersi dalla pandemia del coronavirus.  Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha definito il lancio di missili balistici della Corea del Nord "oltraggioso", e ha condannato con forza l'azione come una minaccia alla pace e alla sicurezza della regione. Il lancio di due missili balistici da parte della Corea del Nord è "una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite" e "rappresenta una minaccia per la pace e la sicurezza del nostro Paese e della nostra regione, ha dichiarato Suga. "Lavoreremo a stretto contatto con Stati Uniti, Corea del Sud e altri Paesi" sulla questione nord-coreana, ha proseguito il primo ministro giapponese.

La Corea del Nord ha lanciato un nuovo missile (Ap)

Stando a una nota dell'esercito di Seul, due missili - il cui modello non è stato identificato - sono stati lanciati dalle zone interne della parte settentrionale della Corea del Nord. Le intelligence americana e sudcoreana sono al lavoro per raccogliere più informazioni. Due giorni fa Pyongyang ha testato con successo un nuovo missile da crociera a lungo raggio. Come spiegato dall'agenzia di stampa statale nordcoreana Kcna, il missile è stato in grado di raggiungere una distanza di 1.500 chilometri.

Il lancio è avvenuto mentre il ministro degli esteri cinese Wang Yi era in visita a Seul per colloqui con la sua controparte sudcoreana. Pechino è il principale alleato diplomatico del Nord e il principale partner per il commercio e gli aiuti, anche se Pyongyang è sotto un blocco autoimposto dopo aver chiuso i suoi confini all'inizio dello scorso anno per proteggersi dalla pandemia del coronavirus.

Il primo ministro giapponese Yoshihide Suga ha definito il lancio di missili balistici della Corea del Nord "oltraggioso", e ha condannato con forza l'azione come una minaccia alla pace e alla sicurezza della regione. Il lancio di due missili balistici da parte della Corea del Nord è "una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite" e "rappresenta una minaccia per la pace e la sicurezza del nostro Paese e della nostra regione, ha dichiarato Suga. "Lavoreremo a stretto contatto con Stati Uniti, Corea del Sud e altri Paesi" sulla questione nord-coreana, ha proseguito il primo ministro giapponese.
© Rai News

Altro da Rai News

image beaconimage beaconimage beacon