Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Parigi, attentato agli Champs Elysees Chi era l'aggressore ucciso: islamico radicalizzato e a rischio attacchi

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 20/04/2017 Redazione Online

Era conosciuto agli 007 del Dgse, i servizi segreti francesi e della polizia l'uomo che stasera ha aperto il fuoco contro gli agenti di polizia sugli Champs Elysees a Parigi. Si chiamerebbe Youssef El Osri e proveniva dal Belgio. Era schedato con la lettera che indica gli individui radicalizzati a rischio di perpetrare attentati. E pochi minuti dopo l'attacco, la polizia era già nella sua abitazione a Seine-et-Marne, a est di Parigi, per effettuare una perquisizione.

© Fornito da RCS MediaGroup S.p.A.

L'obiettivo era la polizia

Il suo obiettivo era proprio la polizia: aveva scritto sul sistema di scambio di messaggi Telegram di voler uccidere degli agenti di polizia. Telegram è stata più volte impiegata dai terroristi di Isis come sistema di comunicazione. Le autorità ancora non confermano: «L'identificazione dell'aggressore non è stabilita con precisione e chiaramente. Non possiamo escludere che ci sia uno o più complici in grado di partecipare in un modo o nell'altro a questo attacco» , ha detto Pierre-Henry Brande, portavoce del ministero dell'Interno aggiungendo che «non c'è altro evento di questo tipo questa sera a Parigi».

ALTRO SU MSN:

Torna la paura a Parigi, spari sugli Champs-Élysées (Blitz Tv)

Sponsorizzato

SCONTO ESCLUSIVO MSN -€534,90: Surface Pro 4 Intel Core i5 (8GB RAM) con Cover con Tasti colorata a soli 999€. Acquista

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon