Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Tonga, la comunità internazionale si mobilita per gli aiuti

Logo La Repubblica La Repubblica 21/01/2022

A quasi una settimana dall'eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Hàapai e del successivo tsunami che ha devastato le isole Tonga continuano ad arrivare gli aiuti da tutto il mondo.

Ieri sono atterrati i primi aerei all'aeroporto principale dell'arcipelago, sull'isola di Tongatapui, oggi è la volta delle navi che erano partite qualche giorno fa. La prima ad attraccare sarà la neozelandese Hmnzs Aotearoa che trasporta 250 mila litri d'acqua, secondo l'Onu la priorità principale in questo momento.

Salpata anche la nave australiana Hmas Adelaide con a bordo degli elicotteri che serviranno per portare rifornimenti sulle isole più piccole e remote dell'arcipelago. Anche la Gran Bretagna ha annunciato che la partenza della sua Hms Spey e intanto ha inviato aiuti con la nave salpata dall'Australia.


Video: Tonga, arrivano i primi aiuti umanitari (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

Oltre ai governi della Nuova Zelanda e dell'Australia anche il Giappone, la Gran Bretagna, la Cina e altri Paesi hanno inviato acqua dolce e altri rifornimenti necessari su navi militari e aerei da trasporto.

Il Regno Unito ha anche annunciato che avrebbe anche reindirizzato la sua Hms Spey per inviare aiuti. "Il Regno Unito lavorerà a stretto contatto con Australia e Nuova Zelanda per assistere lo sforzo di ripresa a Tonga ed è pronto a sostenere il nostro partner di lunga data del Commonwealth", ha affermato il ministro della Difesa britannico Ben Wallace.

Un aereo carico di aiuti partito dall'Australia e diretto a Tonga è stato però costretto a tornare indietro dopo che a bordo è stato scoperto un caso di Covid, riferisce il Guardian. I rifornimenti sono stati caricati su un altro aereo che è decollato oggi.

L'arcipelago nel Pacifico resta una zona senza il coronavirus ed ha una politica molto rigida per scongiurare ogni tipo di rischio.

Prima di partire per l'arcipelago devastato dallo tsunami seguito all'eruzione del vulcano tutti i membri dell'equipaggio avevano effettuato test rapidi ed erano risultati negativi. Poi ad un secondo controllo con il molecolare una persona è risultata positiva.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon