Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

«Io, minorenne con il principe. Lui ha negato, ma io so la verità»

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 3 giorni fa

LONDRA «Lui sa cosa è successo, io pure. E solo uno di noi sta raccontando la verità». Dopo l’intervista di Andrea, in cui il principe ha negato di aver mai conosciuto la donna statunitense che sostiene di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali con lui quando era ancora minorenne, la parola passa ora all’accusatrice, Virginia Roberts Giuffre. 

Riproduci nuovamente video

Andrea aveva parlato a Neswsnight, Giuffre a Panorama, trasmissioni rivali della stessa emittente, e il Paese si trova ora a fare i conti un nuovo capitolo di una telenovela reale, ma laddove i Windsor di The Crown avevano la colpa di essere un po’ freddi, distaccati e snob, la trama in cui sembra coinvolto Andrea è scabrosa e all’apparenza criminale. «Sono cresciuta con i film della Disney, in cui i principi e le principesse sono prevalentemente buoni, ma lui non lo era», ha sottolineato Giuffre, che nel corso della trasmissione di un’ora — la prima intervista televisiva rilasciata in Gran Bretagna — ha chiesto al pubblico di schierarsi con lei, di «non accettare o giustificare» ciò che le è accaduto. «Questa non è una sordida storia di sesso, è la storia di un abuso che coinvolge uno dei vostri reali». 

© Fornito da Corriere della Sera

La sua versione è a grandi linee risaputa. A 16 anni, Virginia va a lavorare presso il salone di bellezza di Mar-a-Lago, il resort di Donald Trump in Florida. Un giorno viene avvicinata da Ghislaine Maxwell, figlia di Robert Maxwell, proprietario del Daily Mirror e colpevole di frodi milionarie contro le pensioni dei suoi dipendenti. Ghislaine è la compagna dell’imprenditore Jeffrey Epstein, ed è amica del principe Andrea. Vede che Virginia sta leggendo un libro sui massaggi, e lì comincia un’opera di indottrinamento, in cui a Virginia viene promesso di tutto e di più in cambio di prestazioni sessuali con Epstein e la sua banda. Le viene insegnato come fare sesso orale, come adottare un atteggiamento sottomesso nei confronti dei compagni di letto, come capire cosa le era richiesto.

Riguardo al principe Andrea, che conosceva bene, Ghislaine — che stando a Giuffre aveva il compito di procurare ragazzine per Epstein — fu particolarmente specifica. Virginia fu portata prima in un night di Londra, il Tramp, dove il principe le chiese di ballare. «Lui ballava malissimo, non ho mai visto nessuno ballare così male, e sudava tantissimo, le gocce di sudore cadevano come pioggia». In macchina Ghislaine disse a Virginia di comportarsi con Andrea come si comportava con Epstein, «di fargli le stesse cose». «Al solo pensiero mi veniva il voltastomaco». Quella sera fecero sesso a casa di Maxwell. Virginia aveva 17 anni. In tutto furono tre, dice, gli incontri tra i due. «Chi sta con lui dirà che la foto che ci ritrae insieme è stata corretta, ma non è vero».

Altre notizie su Microsoft News:

Nel frattempo Epstein è morto suicida in carcere a New York, dove si trovava per pedofilia e traffico di minorenni; Ghislaine è scomparsa. Il tabloid Sun ha offerto una taglia di diecimila sterline a chi dia informazioni su dove si trovi, ma con la morte di Epstein, Maxwell è riuscita a far perdere le sue tracce. Il principe Andrea, che per via delle accuse di Giuffre ha dovuto prendere le distanze dalle charities e le università alle quali era legato e ha abbandonato il ruolo ufficiale all’interno del casato dei Windsor, ha negato di aver mai incontrato Virginia, precisando che ai tempi, per via dello stress conosciuto durante la guerra delle Falklands, aveva un disturbo fisico che gli impediva di sudare. La sera in questione, inoltre, si trovava, dice, in un ristorante di Woking, Pizza Express, con la figlia Beatrice. Ancora ieri Buckingham Palace ha sottolineato l’estraneità ai fatti di Andrea, negando in modo categorico che il principe abbia avuto relazioni sessuali con minorenni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon