Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

“Entro maggio la fusione tra Luxottica ed Essilor. Manca solo l’ok dei cinesi”

Logo La Stampa La Stampa 21/04/2018
“Entro maggio la fusione tra Luxottica ed Essilor. Manca solo l’ok dei cinesi” © ANSA “Entro maggio la fusione tra Luxottica ed Essilor. Manca solo l’ok dei cinesi”

«Pensiamo che la fusione con Essilor possa realizzarsi entro maggio», dice il fondatore di Luxottica, Leonardo Del Vecchio. Unico esame che l'operazione deve ancora affrontare è quello dell’Antitrust cinese. Lì, ha proseguito Del Vecchio parlando a margine dell’assemblea che l’ha confermato presidente esecutivo, potrebbero chiedere «qualche piccola limitazione» più che altro per parte francese. «A noi niente, perché siamo molto più piccoli di loro e non abbiamo nessuna limitazione alla quale rispondere». Altro nodo da sciogliere è quello della quotazione. Del Vecchio la vorrebbe doppia, a Parigi e a Milano: «È mia intenzione - ha spiegato -, devo condividerla» con Essilor, «ma credo che ci riuscirò».

E fiducia nel via libera della Cina arriva anche dal vicepresidente e amministratore delegato di Luxottica, Francesco Milleri, da anni uomo di fiducia del fondatore. «Siamo estremamente confidenti che il via libera delle autorità Antitrust cinesi possa arrivare nelle prossime settimane». Secondo Milleri, «la fusione con i nostri cugini francesi darà grande valore aggiunto a clienti e azionisti, oltre che soddisfazioni al management». In attesa che l’ultima tessera del mosaico vada al suo posto si ragiona sulle possibilità di manovra del gigante delle montature e delle lenti che sarà presente in 150 Paesi, con 140mila dipendenti e un giro d’affari di 17 miliardi l’anno: «Nei Paesi dove il via libera è già arrivato le società stanno lavorando per studiare le enormi possibilità di sinergie: il leggero rallentamento è avvenuto solo per il via libera della Cina».

In assemblea Milleri ha presentato i «numeri record» di Luxottica che l’ad conta di «migliorare ancora». «Crediamo - ha spiegato agli azionisti - che i risultati registrati fino a oggi siano solo una parte dei risultati che darà la nuova organizzazione dell’azienda - ha detto - il prossimo anno e gli anni a venire vedranno risultati in crescita e daranno soddisfazioni». Il manager ha descritto una Luxottica «semplice, veloce e coraggiosa», prendendo in prestito i tre aggettivi già utilizzati dal presidente, Leonardo Del Vecchio in occasione della presentazione dei conti dell’azienda.

«I tre aggettivi - ha spiegato - descrivono l’azienda che abbiamo cercato di realizzare forse ancora non è stata completamente realizzata». Il direttore finanziario Stefano Grassi ha ribadito che per il gruppo l’obiettivo di quest’anno «è un aumento del fatturato tra il 2 e il 4%» a parità di cambi.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Stampa

image beaconimage beaconimage beacon