Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Melania Trump: «Io la persona più bullizzata al mondo»

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 6 giorni fa
© Fornito da RCS MediaGroup S.p.A.

«Posso dire che sono una delle persone più bullizzate al mondo» sulla base di quello che la «gente dice di me». Lo ha detto Melania Trump in un’intervista di ampio respiro con ABC News, uno speciale dal titolo «being Melania - The First lady», registrata in Kenya durante il suo recente viaggio in Africa in solitaria. Melania Trump ha raccontato la sua vita alla Casa Bianca e ha anche affermato di non fidarsi di alcune persone che lavorano nell’amministrazione Usa. Ha poi detto la sua sul movimento #MeToo, sostenendo che le donne che asseriscono di aver subito abusi sessuali devono presentare prove solide per avanzare delle accuse. «Io sto con le donne - ha detto - ma abbiamo bisogno di mostrare le prove», perché qualche volta i media vanno troppo oltre e alcune di queste storie vengono riportate in maniera non corretta».

Nellop Studio ovale

Nell’intervista - di cui sono stati diffusi degli estratti e che andrà in onda venerdì nel corso di «Good Morning America» - la ex modella slovena ha parlato poi dell’amministrazione Trump, di cui fanno parte persone di cui Donald non si dovrebbe fidare. Ha affermato di aver detto chiaramente al presidente di chi si tratta. «Io gli offro i miei onesti consigli e le mie opinioni», ha detto la first lady, che ha anche ammesso che «alcune di quelle persone non lavorano più nello studio ovale della Casa Bianca». Anche se il marito - dice - «è indipendente nelle sue decisioni».

I tweet di Donald

Dopo aver detto che la sua piattaforma «Be Best» (Siate migliori) prende di mira bullismo e odio in rete, ha rivelato che dietro quella campagna c’è un aspetto personale: «Potrei dire che sono la persona più bullizzata al mondo - ha detto -. O almeno una tra le prime, se si considera ciò che davvero la gente dice di me». «Dobbiamo educare i bambini, cosi che, da grandi, sappiano come gestire emotivamente quelle situazioni». Una campagna che più volte è stata definita «ipocrita» da parte della stampa americana, perché collegata ai tweet impulsivi del marito Donald. «Non sempre sono d’accordo con il contenuto dei suoi tweet e glielo dico - ha confessato Melania -. Ma io non sono stata eletta, è lui il presidente». E ha auspicato che ogni tanti il marito «si stacchi dal telefono».

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon