Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Tajani: "Alle Europee i sovranisti non prevarranno"

Logo Italia Oggi Italia Oggi 11/01/2019 redazione Roma
© ItaliaOggi  

"L'alleanza dei popolari con i sovranisti non é all'ordine del giorno" dopo le elezioni europee. Lo ha detto in un forum all'Ansa Antonio Tajani, presidente del Parlamento Ue e vicepresidente di Forza Italia. "I sovranisti non avranno il risultato che si aspettano, é solo propaganda", ha detto Tajani. Che a proposito delle prossime consultazioni continentali ha dichiarato: "Non c'é nessuna rivoluzione in vista a maggio con le elezioni Ue, é propaganda dei partiti sovranisti e populisti italiani. La nuova Commissione Ue avrà un commissario leghista o M5S, ammesso che rimanga questo governo in Italia E' escluso che sovranisti e populisti possano far parte di una maggioranza al parlamento Ue, specie con atteggiamenti come Di Maio con i gilet gialli". A proposito del sostegno dato dal vicepremier pentastellato a un movimento che ha contestato il governo francese legittico a suon di barricate., incidenti e devastazioni, Tajani ha affermato che il movimento dei gilet gialli è sovversivo e non è quindi possibile che un esponente delle istituzioni italiane si schieri con un movimento sovversivo d'Oltralpe: "Conte vuol rinforzare la sua posizione, ma il governo italiano non conta in Europa se un altro vicepremier (Di Maio) si schiera con chi devasta le città, i gilet gialli, a favore della sovversione", ha detto il presidente dell'europarlamento. Che ha poi affrontato la questione dei migranti e rimproverato all'esecutivo gialloverde la guerra sui profughi delle due navi OngSea Watch 3 e Sea Eye conclusa con la vittoria temporanea del presidente del consiglio sul suo vicepremier leghista. "Non basta dire 'le navi non passano', il governo italiano ha tenuto 50 persone in mezzo al mare, poi il premier ha detto che parte potevano venire in Italia. E intanto stamani in Calabria altri 50 sono arrivati senza che nessuno dicesse nulla. Non può essere una guerra tra premier e vicepremier Salvini. Il premier ha vinto la partita con Salvini sulla Sea Watch, la linea 'nessuno sbarcherà' non é stata approvata", ha dichiarato Tajani. A proposito delle difficoltà e dei contrasti tra Lega e M5S che fanno tremare il governo, Tajani ha spiegato che l'alternativa ci sarebbe, "un governo di centrodestra per lo sviluppo dell'Italia e il Sud in particolare. Bisogna ritornare a un'alleanza naturale, C'è un minimo comun denominatore tra Lega, Fi, Fdi, con M5S l'unico collante per la Lega è il potere, litigano tutti i giorni. Niente di personale con Salvini, critico la politica. Governiamo assieme in tante regioni, andiamo assieme in Abruzzo, Sardegna, Basilicata. La Lega cede sempre di più ai capricci del M5S nella politica economica: nell'ultimo vertice del centrodestra la Lega si é impegnata sui principi del centrodestra, ma non sta facendo nulla. Il malcontento nel Nord è evidente e Salvini inizia a rendersene conto".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Italia Oggi

image beaconimage beaconimage beacon