Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Manovra, Lagarde: l'Italia rispetti le regole. Katainen: evitare rischi di contagio

Logo Italia Oggi Italia Oggi 11/10/2018 ItaliaOggi
© ItaliaOggi

Occhi puntati ancora sulla manovra italiana. Questa volta sono quelli del Fondo monetario internazionale e del vice presidente della Commissione Ue. L'Italia "deve rispettare le regole del club" europeo, ha detto la direttrice del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, parlando della Manovra che il Governo si appresta a varare, con un deficit previsto al 2,4% del Pil per il prossimo anno. "Quando fai parte di un club e decidi di rimanere lì, allora devi rispettare le regole del club", ha detto Lagarde, a margine di una conferenza sull'isola indonesiana di Bali, aggiungendo di sperare che alla fine ci sarà "una distanza" tra la "retorica" del governo italiano, che allarma Bruxelles, e "le cifre finali" del bilancio del paese. "Aspettiamo le cifre precise della manovra il 15 ottobre e poi valuteremo se sono in linea con gli impegni presi in precedenza dall'Italia", ha detto invece, il vice presidente della Commissione Ue, Jyrki Katainen, aggiungendo che "la situazione dei mercati non è positiva. L'interesse della Commissione è ottenere un risultato che sia credibile e cercare di convincere il Governo italiano a prendersi la proprie responsabilità. Nessuno vuole una nuova crisi economica o instabilità nei mercati. Sarebbe molto negativo per i cittadini italiani e per gli altri Paesi che potrebbero soffrire dei rischi di contagio". Katainen ha aggiunto che "la situazione è estremamente fragile come tutti sanno e cerchiamo di essere pragmatici il più possibile ed è la condizione chiave per la stabilità e speriamo di avere una buona collaborazione con il Governo italiano". Il vice presidente ha aggiunto che "non è troppo tardi per mantenere la stabilità, non è troppo tardi per assicurarsi che la crescita possa continuare in Italia e non è troppo tardi per dimostrare che la finanza pubblica in Italia è su un sentiero credibile".

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Italia Oggi

image beaconimage beaconimage beacon