Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Mattarella presidente, stupore e rabbia di Meloni: «Parlamento non all’altezza». Il tweet anti-Salvini

Logo Corriere della Sera Corriere della Sera 29/01/2022 Paola Di Caro

Giurano i suoi che su una sola cosa erano d’accordo nell’ultimo vertice unitario del centrodestra: . Era l’incontro seguito allo schianto sul voto per la Casellati, e mai Giorgia Meloni si sarebbe immaginata non tanto la rottura di Forza Italia, che ha scelto di intraprendere una nuova strada con i centristi, quanto quella di Matteo Salvini, di cui pur non condividendo molte mosse aveva condiviso la strategia: non mollare su candidati di area di centrosinistra e non disgregare il centrodestra. Così quando il leader della Lega ha annunciato in pratica il suo sì al bis del capo dello Stato in carica, ha mitragliato su Twitter: «Non voglio crederci». Poi ha incalzato: «Sarei stupita se Mattarella accettasse di essere rieletto», ovviamente annunciando che Fratelli d’Italia non sosterrà la sua elezione. Non scordando di puntare il dito contro il «Parlamento che dimostra di non essere all’altezza degli italiani che dovrebbe rappresentare» e contro tutti i partiti, tranne il suo ovviamente, che «hanno scelto di tirare a campare» barattando il secondo mandato di Mattarella «con 7 mesi in più di legislatura». Infine ha rilanciato la sua battaglia storica: elezione diretta del capo dello Stato.

Ma sempre di più dovrà muoversi da sola. Almeno per ora. Fuori dal governo per scelta e per scelta fuori dall’ enorme maggioranza che elegge Mattarella. Con praterie di opposizione ma anche strategia da riscrivere. Sapendo che in Parlamento nei prossimi mesi molto si muoverà, dal tentativo di modifica della legge elettorale in senso proporzionale alla ricostituzione di un’area centrista. E Salvini, resterà un interlocutore d’ora in poi, un alleato o un competitor? E il bipolarismo? E la possibilità di correre per vincere alle prossime elezioni? Tutto da ricostruire. Ci penserà da domani. Oggi ci tiene a dire che lei ha avuto «una sola parola», sempre. Fedeltà al centrodestra e niente ammucchiate parlamentari. Se era questa la missione, è compiuta. Il lavoro da fare da qui in avanti però è enorme. «Il centrodestra parlamentare mi pare che non esista - avvisa parlando fuori Montecitorio a metà pomeriggio - il centrodestra è ancora a maggioranza nella nazione ma credo si debba ricominciare da capo. Va rifondato». Il Corriere ha una newsletter sulla corsa al Quirinale: si intitola Diario Politico, è quotidiana e gratuita, .


Video: Salvini a Rainews24: il no di Meloni a Mattarella? Lei sta all'opposizione (Rai News)

Riproduci nuovamente video
Scegli tu!
Scegli tu!

Altro dal Corriere della Sera

image beaconimage beaconimage beacon