Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Minniti: "Il fascismo in Italia è morto da un pezzo"

Logo La Repubblica La Repubblica 10/02/2018 dal nostro inviato DARIO DEL PORO

“I responsabili della morte di Pamela dovranno essere severamente puniti”, lo ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti, intervenendo a Salerno all’incontro sulla sicurezza organizzato alla stazione marittima con Piero De Luca, figlio del governatore della Campania e candidato alla Camera.

“Quella di Traini è una rappresaglia ingiustificata è ingiustificabile. Rappresaglia inaccettabile perché è di odio razziale, in Italia non c’è posto ne’ per le rappresaglie ne’ per l’odio razziale”, ha aggiunto Minniti.

E ha sottolineato: “il fascismo in Italia è morto per sempre e per quanto mi riguarda, parlo da ministro, c’è un limite oltre il quale non si può andare in una democrazia e non consentiremo a nessuno di superarlo”.

Sull’immigrazione, Minniti ha ricordato: “l’accoglienza è una cosa incancellabile. È fondamentale aprire le porte delle nostre case a chi arriva. A maggio e giugno scorso, quando abbiamo avuto una situazione molto impegnativa per gli sbarchi, Salerno ha fatto la sua parte, ha accolto e continuerà ad accogliere. Dobbiamo tenere insieme il principio di umanità e il principio di sicurezza La sicurezza è un bene comune, strettamente collegato al patrimonio culturale e morale dell’individuo. La sicurezza nasce per garantire il rapporto reciproco fra le persone. Viviamo ancora un periodo di straordinaria minaccia terroristica. Ma se avessimo reagito alla minaccia del terrorismo militarizzando il territorio avremmo ottenuto forse un po’ di sicurezza in più ma avremmo cancellato la fruibilità del nostro territorio Abbiamo passato il 201,  incrocio le dita perché sono scaramantico, con un incremento delle presenze turistiche senza precedenti. Abbiamo trasmesso il messaggio che l’Italia è un paese bello e sicuro, questo è un patrimonio da rivendicare con forza”.

Marco Minniti con Piero De Luca © Fornito da La Repubblica Marco Minniti con Piero De Luca

Per garantire la sicurezza di un territorio, ha poi evidenziato Minniti, non bastano le forze di polizia. I sindaci “sono protagonisti della costruzione della sicurezza”. E solo con l’ordine pubblico, ha aggiunto “non si risolve il problema della sicurezza e del governo del territorio”.

“Noi del Pd non vogliamo i voti delle mafie. Non li chiediamo e non li vogliamo. Lo dico chiaramente qui, in Campania, a Salerno”, ha detto il ministro dell’Interno.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon