Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Province, altissima affluenza al voto: 68,8%

Logo Italia Oggi Italia Oggi 02/11/2018 ItaliaOggi
© ItaliaOggi

Con l'elezione di 46 presidenti di Provincia e 26 Consigli Provinciali si è chiusa la prima parte dell' election day del 31 ottobre. A chiudere la tornata elettorale sarà il prossimo 13 novembre il voto per il rinnovo della presidenza e del Consiglio della Provincia di Biella. Altissimo anche in questo turno il dato dell'affluenza al voto, che in media arriva al 68,8%, nonostante le elezioni riguardassero solo in 13 casi il voto contemporaneo per Presidenti e Consigli, nonostante i diversi casi in cui il candidato alla Presidenza era unico, e nonostante l'emergenza maltempo abbia continuato per tutta la giornata di ieri di creare pesanti difficoltà alla circolazione. "I Sindaci e i Consiglieri comunali - commenta il presidente dell'Upi Achille Variati - sanno bene quanto la Provincia sia importante per il loro territorio, per questo non hanno mancato nemmeno questa volta - dato costante in tutte le tornate elettorali che si sono susseguite dal 2014 ad oggi - di rispettare l'impegno di rappresentanza dei loro cittadini alle urne: ieri il loro voto ha rappresentato le istanze e i bisogni di oltre 26 milioni di cittadini. Ed è un voto che va al di là delle appartenenze politiche, perché nelle Province sono rappresentati i territori, non i partiti. Congratulazioni e auguri dunque, ai nuovi Presidenti e Consiglieri eletti". Gli eletti nelle Province non ricevono alcun compenso per la carica istituzionale, che dura 4 anni nel caso del Presidente e 2 anni nel caso del Consiglio. M5S e Lega sono andati al voto divisi. Il Carroccio crede ancora nel ruolo delle Province. Con la manovra economica, infatti, le Province si ritrovano a essere fondamentali per gli enti locali, come per esempio stazioni appaltanti per i lavori pubblici avviati dai Comuni del loro territorio e nei collegati alla manovra potrebbero arrivare ulteriori novità. La pensano diversamente i Cinque Stelle impegnati da anni in una lotta dichiarata a ogni forma di «costo della politica». Il vicepremier Luigi Di Maio, invece, aveva annunciato che «il M5S non parteciperà alle elezioni provinciali coerentemente con quello che abbiamo sempre detto. Le Province non sono mai state abolite: hanno solo tolto il diritto di voto ai cittadini. Così come sono non funzionano e sono uno sfregio alla sovranità popolare. Presto rivedremo le loro funzioni e la loro stessa esistenza». La questione elettorale quindi ha riguardato soltanto centrodestra e centrosinistra.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Italia Oggi

image beaconimage beaconimage beacon