Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Fase 2 a Roma, per la movida mille poliziotti anti-affollamento

Logo La Repubblica La Repubblica 23/05/2020 di MARINA DE GHANTUZ CUBBE, ARIANNA DI CORI e LUCA MONACO
© Fornito da La Repubblica

Movida sì, movida no, movida un po'. Il primo weekend a locali aperti, dopo la fine del lockdown, prende il via tra timori e voglia di andare avanti. A Trastevere, Ponte Milvio, San Lorenzo, Monti, ieri sera tanti agenti a controllare e molta gente a bere. Con i distanziamenti a fisarmonica: più poliziotti, più spazio tra una persona e l'altra a chiacchierare e più mascherine a portata di bocca.

Per evitare assembramenti la sindaca Raggi, intervenendo ieri a Tagadà su La7, ha annunciato lo sbarco nei luoghi caldi del divertimento di mille uomini delle forze dell'ordine ad aiutare gli agenti della polizia municipale.

"Hanno la facoltà di multare - dice - La ritengo l'ultima spiaggia: prima si cerca di ricordare con fermezza poi se non funziona ci sono multe fino a 3.000 euro". E se i dati sui contagi nel Lazio sono incoraggianti, l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato, ricorda anche, a chi non vede l'ora di fare l'aperitivo, "di rispettare le disposizioni sulle distanze di sicurezza".

Certo, nulla potrà essere più come prima, specialmente se è di venerdì sera e si sta in giro con una birretta in mano. "Non c'è più la libertà di un tempo", esclama Federico, 21 anni, bevendo uno Spritz dal bicchiere in plastica seduto su una panchina del Jarro. L'aperitivo a Ponte Milvio "non ha più lo stesso sapore di prima", aggiunge lo studente in Ingegneria. Sono le 20 ormai. Federico e gli amici siedono in cerchio, a debita distanza di sicurezza. Perché poco prima, al Jarro, sono arrivati vigili e telecamere. Un ragazzo non rispettava le distanze al tavolo.

"Ma i 15 tavoli sono a tre metri l'uno dall'altro - afferma Simone Clementi, il titolare - Noi facciamo il nostro, il resto si gioca sul buon senso dei clienti". Due blindati della polizia presidiano la piazza. Ma il pienone non c'è. "Abbiano venduto 30 aperitivi - racconta Donato, uno dei titolari del Caffè Ponte Mollo - in genere alle 19 ne abbiamo già venuti 100". Qualche assembramento c'è al Tree bar in via Flaminia. "Io giro sempre con la mascherina - dice Ludovica, 23 anni, studentessa a Economia - ho avuto tanta paura, non uscivo mai di casa. Oggi è il primo aperitivo. Ma per cena torno a casa".

Da piazza Bologna passando per viale Ippocrate fino ad arrivare a San Lorenzo e rione Monti, la movida prosegue nei punti di ritrovo un tempo tanto affollati da non riuscire a passare. I gradini della fontana in via dei Serpenti sono vuoti, ma solo perché di fronte, a sorvegliarli, ci sono quattro camionette dei carabinieri. Nonostante questo, alla birra non si rinuncia: "Anche se un vigile ci ha appena detto che con l'alcool in mano non possiamo stare fermi a parlare, dobbiamo camminare. Sarà un nuovo dpcm...", commenta una 30enne.

Stessa situazione a San Lorenzo, dove i controlli non li fanno solo le forze dell'ordine, ma gli stessi baristi. La scritta luminosa che scorre su bar Celestino parla chiaro: mantenete la distanza e indossate la mascherina. Frequentata soprattutto da adolescenti, a piazza Bologna i baci si sprecano.

Piazza Trilussa al crepuscolo: gruppetti di amici stretti tra loro ma distanziati dagli altri. Mascherine calate per bere birra e fumare. Non c'è certo il pienone del pre- Covid, ma Trastevere torna viva. Si gioca un po' al gatto col topo sotto l'occhio delle pattuglie a piedi di poliziotti e vigili. I mini assembramenti che vengono subito redarguiti a voce. Come accade in Piazza San Calisto: qui quattro adolescenti tra una risata e una birra hanno attirato l'attenzione di un vigile. "È normale che si avvicinino tra loro. Cerchiamo un po' di educarli a queste nuove restrizioni", commenta un agente della Polizia locale.

Non mancano le troupe televisive a caccia di commenti e assembramenti, ma non ce ne sono. Sicuramente non nella blindatissima piazza Santa Maria in Trastevere. Idem in Piazza San Calisto. Lo storico bar ospita solo clienti ordinatamente seduti ai tavoli fuori.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon