Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Build 2017 e Windows 10 Fall Creators Update

Logo ITespresso.it ITespresso.it 12/05/2017 Mario De Ascentiis
© Mario De Ascentiis, ITespresso.it

Dopo il primo giorno tutto legato ai temi delle applicazioni intelligenti in cloud e “sul bordo”, Build 2017 propone Windows 10 Fall Creators Update, che succede a Creators Update rilasciato ad aprile 2017 con il nome in codice Redstone 2. La caduta degli aggiornamenti davvero importanti è quindi oramai consolidata nella sua semestralità, con Fall Creators Update che presumibilmente arriverà quindi proprio a settembre 2017.

Non sarà un aggiornamento minore. La caratteristica più importante per l’utilizzo quotidiano, nel maneggiare files e documenti è legato a OneDrive Files On Demand. E’ un sistema per meglio gestire i file memorizzati in cloud, aprirli sui device per utilizzarli, ma risparmiando spazio e storage locale.

Pensiamo che, ben congegnato dovrebbe consentire di portare in locale per il pieno utilizzo i file solo per il tempo che serve per il loro uso e quindi riconsentirne il salvataggio senza tenere occupato storage locale. Qualsiasi altra modalità, infatti, ci sembra già prevista anche dal sistema attuale. Vedremo quindi se OneDrive Files On Demand sia solo questo o addirittura potenzialmente possa avvicinare il momento in cui non sarà più necessario impostare la sincronizzazione di OneDrive per ogni cartella, con una fluidità permanente tra il cloud e il device. 

Altre novità sono legate a Clipboard e Timeline. In Timeline si propone per parole chiave la visualizzazione di cosa stava facendo l’utente poco prima in relazione alla richiesta, per tornare velocemente su documenti, siti e app utilizzate in precedenza, secondo l’argomento scelto.

Invece Clipboard consente un’esperienza di continuità davvero interessante e ricercata, perché permetterà di copiare e incollare info, documenti, immagini, non solo tra documenti diversi che risiedono sullo stesso computer come è accaduto fino ad ora, ma anche tra dispositivi diversi collegati tra loro. Pensate per esempio di poter fare copina e incolla da un desktop allo smartphone… Un vero passo avanti.

Con Fall Creators Update arriverano inoltre nuove app su Windows Store, come Universal Windows Applications. Tra queste Windows Story Remix serve a organizzare e trasformare foto e video in storie grazie all’intelligenza artificiale e al deep learning. Un ambito questo, tuttavia, dove Google ha già lavorato tanto e molto bene, e i cui risultati si apprezzano già con Google Photo. In questo caso gli utenti potranno in verità dare vita a nuovi progetti di mixed reality aggiungendo oggetti 3D a foto e video per generare nuove storie. 

Confermata la possibilità di vedere approdare iTunes su Windows Store entro la fine dell’anno. Anche gli utenti Windows potranno avere la migliore esperienza iTunes da un device di Redmond. Arriva già questo mese SAP Digital Boardroom. E su Windows Store approda anche Ubuntu, per consentirne un’installazione più facile, in attesa che vi approdino Suse Linux e Fedora. Windows consente già oggi di far girare app Windows e Linux una accanto all’altra.  

Infine, per tenere gli sviluppatori attaccati a Windows, senza precludere loro la possibilità di fare business con tutte le piattaforme e quindi su tutti i device a Build 2017 sono stati annunciati nuovi tools .NET Standard 2.0 per Universal Windows App, Xaml Standard, Xamarine Live Player per il debugging delle applicazioni per iPhone direttamente da Windows. 

Per saperne di più leggi: Microsoft spinge sulle applicazioni intelligenti dal cloud all’edge 

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da ITespresso.it

image beaconimage beaconimage beacon