Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Fumagalli (NetApp): partner hybrid cloud oriented e all flash tutta la vita

Logo ChannelBiz ChannelBiz 12/10/2018 Stefano Belviolandi
© Stefano Belviolandi, Channelbiz IT

“La partnership con Lenovo è l’opportunità che ci perette di andare a raccogliere opportunità su un mercato enorme che per noi era difficile. La partnership in Cina è più una joint venture con un approccio diverso al mercato cinese fatto più altro da Oem”. Lo dice Andrea Fumagalli, channel e alliance manager in NetApp Italia, incontrato durante l’edizione 2018 di Canalys Channels Forum.

Parlando di canale, e ricordando che NetApp ha visto una profonda trasformazione negli ultimi due anni, Fumagalli ci va cauto sostenendo che lo si sta “mappando per evitare conflitti. Siamo complementari e indirizziamo un numero differente di partner: la parte di offerta con Lenovo è limitata alle fasce di prodotto storage, nel senso più stretto del termine, quindi no iperconvergenza che non è parte dell’accordo. Ci sono prodotti entry della famiglia eSeries, della famiglia all tech su cui Idc in q2 ci vede ai vertici con oltre il 26 per cento del mercato”, spiega Fumagalli.

Sulle All Flash NetApp sta investendo in nuovi prodotti. Il canale sempre al centro nella strategia, un canale che è stato incentivato, risistemato e sul quale Fumagalli è contento. Le All flash sono la punta di diamante dei partner della società, “Mentre non molto tempo fa i partner dovevano spiegare nel dettaglio cosa fossero, adesso i partner spiegano perché non puntare o puntare su Flash. Abbiamo raggiunto il break even e l’efficientamento. Su tecnologia flash interessante capire come aiutare i clienti a raggiungere il risultato”, spiega Fumagalli.

Rapporto con hyperscaler

Fumagalli che sono già in corso apporti tra i partner tradizionali e gli hyperscaler con qualche caso di successo. “Non si vincolano i partner ma li si lascia liberi con chi lavorare – spiega – e a tendere l’offerta sarà identica con i tre hyperscaler. Ci stiamo affacciando a una tipologia di partner che non ha mai fatto dell’infrastruttura il suo business quindi ci consente di andare da partner puramente applicativi per andare in modalità 100% cloud ed espandere la loro visione verso gli hybrid cloud. Il cloud partner è di larghe vedute e approccia anche la necessità del cliente partendo da punto di vista diverso, da applicativo a infrastruttura, mentre il nostro partner tradizionale parte da infrastruttura e dal progetto”.

Il futuro è ibrido

“Siamo alla ricerca di partner innovativi – continua Fumagalli – è di recente l’annuncio di una nuova piattaforma in accordo con Nvidia, Ontapp AI dove l’offerta è una piattaforma comune dove NetApp mette una parte della gestione del dato e Nvidia la parte di calcolo. Ci muoviamo in questo ambito e abbiamo approcciato un partner sulla base delle indicazioni dei clienti che ci stanno facendo capire di essere interessati a progetti di AI e la piattaforma consente di mettere a disposizione dei clienti l’infrastruttura adeguata e adatta al progetto. NetApp è sempre dal lato dell’infrastruttura”, conclude Fumagalli.

Scegli tu!
Scegli tu!
image beaconimage beaconimage beacon