Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Quando l'Italia "andò" sulla Luna

C'era anche un pezzo di Italia nella missione Apollo 11 che portò per la prima volta un uomo sulla Luna . Per i complessi calcoli relativi alla traiettoria fra la Terra e il suo satellite, la NASA , infatti, utilizzò anche delle avveniristiche macchine da calcolo prodotte dalla Olivetti . Si tratta del modello Programma 101 , sviluppato negli anni '60 a Ivrea da tre pionieri dell'informatica quali Pier Giorgio Perotto, Giovanni De Sandre e Gastone Garziera . La macchina, considerata il primo personal computer della storia, fu presentata alla fiera di New York del 1965 , ed ebbe un grande successo negli Stati Uniti, tanto che la NASA ne acquistò diversi esemplari, come ricorda il progettista italiano Gastone Garziera. Racconta Gastone Garziera : "Noi sapevamo che la NASA era stata uno dei nostri primi grossi clienti. Abbiamo ottenuto un fascicolo in cui sono scritti cinque programmi in linguaggio 101, svilupati dalla NASA. Ho visto che uno calcolava il tempo di accesione di qualche razzo per spostarsi da una traiettoria ad un'altra. Quindi sono stati usati davvero (i calcolatori Programma 101). E sono convinto che abba dato una buona mano"

SUCCESSIVO

IN RIPRODUZIONE: Tecnologia & scienza

Quando l'Italia "andò" sulla Luna

Quando l'Italia "andò" sulla Luna

Logo di Euronews Euronews

SUCCESSIVO

I video di oggi

image beaconimage beaconimage beacon