Usando questo servizio e i contenuti correlati, accetti l'utilizzo dei cookie per scopo di analisi e per fornire contenuti e annunci personalizzati.
Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Verizon ottiene lo sconto per comprare Yahoo

Logo ITespresso.it ITespresso.it 16/02/2017 Mirella Castigli
© Mirella Castigli, ITespresso.it

Per acquisire gli asset online di Yahoo, Verizon pagherà fra 250 e 350 milioni di dollari in meno (fonte: Reuters) sul prezzo pattuito di 4,8 miliardi di dollari. Secondo Bloomberg, lo sconto è pari a 250 milioni di dollari.

L’accordo fra Yahoo! – Verizon è slittato, ma verrà finalizzato con lo sconto. Passerà alla storia come una delle acquisizioni più travagliate, dopo la scoperta di ben due data breach che hanno afflitto il portale di Sunnyvale negli ultimi anni: il primo trafugamento nel 2013 aveva colpito mezzo miliardo di utenti, il secondo, avvenuto nel 2014, oltre un miliardo, entrambe le violazioni sono state rese note con grande ritardo. Nei data breach, gli utenti hanno subìto la violazione di password e informazioni personali. Inoltre Yahoo! dovrebbe finire sotto indagine, da parte della Securities and Exchange Commission (Sec), la Consob americana.

L’acquisizione trasformerà Yahoo in una holding company chiamata Altaba, i cui asset principali saranno costituiti dalla quota del 15% nell’e-commerce cinese di Alibaba e dal 35.5% di interessi in Yahoo Japan.

L’operatore mobile vuole acquisire gli asset Web di Yahoo!, per fonderli con AOL, azienda acquisita l’anno precedente. Con questa mossa, Verizon vuole diventare il numero tre del digital advertising, alle spalle di Google e Facebook.

Lo sconto è l’ultima grana per il Ceo Marissa Mayer, l’ex top manager di Google, che ha preso il timone di Yahoo nel 2012, e, nonostante decine di acquisizioni costate 2 miliardi di dollari, non è riuscita a riportare il portale sulla strada giusta. Mayer verrà sostituita, dopo l’acquisizione.

Secondo il Wall Street Journal (Wsj), l’accordo, con il prezzo rivisto al ribasso, potrebbe chiudersi in aprile, mettendo finealla telenovela dell’acquisizione.

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da ITespresso.it

image beaconimage beaconimage beacon