Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

La Slovenia abbraccia il suo eroe Pogacar

La Slovenia ha un nuovo eroe nazionale. È il giovane Tadej Pogacar, fresco vincitore del tour de France. Una grande boucle che ha del miracoloso, visto che si è tenuto al tempo del covid con l'esagono che trattiene eil fiato visto l'aumento di casi nel paese. Il giovane Tadej, come Gimondi a 22 anni, domina la corsa a tappe. Il padre, da grande sportivo, si rammarica che un altro sloveno, Roglic non sia riuscito a portare a casa qualcosa. Dice Mirko Pogacar, padre di Tadej: "I sentimenti sono contrastanti, da una parte siamo molto soddisfatti, dall'altra è molto che abbia vinto tutte e tre le maglie a 22 anni. Primoz Roglic ha lottato per tutto il tour, e alla fine si è piazzato secondo. Anche questo è un buon risultato, ma mi dispiace un po 'per lui ". Perché Pogacar è andato fortissimo. Oltre alla maglia gialla conquista anche la maglia bianca della classifica giovani e quella a pois degli scalatori. Sconfitto all’ultima crono proprio il connazionale Roglic. Non male per un paese di appena due milioni di abitanti.
image beaconimage beaconimage beacon