Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

AmfAR gala, l'abito di Winnie Harlow è un inno alla natura (interamente ricamato a mano)

Da quando il festival di Cannes ha aperto il suo tappeto rosso, non c'è stato giorno che Winnie Harlow non abbia illuminato con i suoi look. La modella e attivista canadese, di 24 anni, che ha fatto della vitiligine non un difetto da nascondere ma il suo punto di forza, ha conquistato i flash dei fotografi con abiti meravigliosi. Dal vestito rosso asimmetrico e cortissimo firmato Jean Paul Gaultier Couture all'abito Ralph & Russo, scelto per la prima del film ‘Oh Mercy!’, dall'effetto vedo-non vedo con un coccodrillo davanti e dietro a coprire il necessario.L'ultimo look, sfoggiato all'amfAR Gala la notte del 23 maggio, è invece un vero inno alla natura e all'Art Nouveau. Disegnato dallo stilista e progettista britannico Richard Quinn, e interamente ricamato a mano, l'abito è un omaggio all'azienda produttrice di champagne Perrier-Jouët. Non a caso il dettaglio che spicca sulla siluette di Winnie Harlow è l'anemone giapponese, fiore rosa che la maison di champagne ha scelto come emblema e che fu disegnato per la prima volta nel 1902 dal vetraio Emile Gallé, tra i più grandi maestri dell'Art Nouveau(a cura di Marisa Labanca)

Altro da D La Repubblica

Altro da D La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon