Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Chia, i semi che fanno bene al cuore

Logo Tgcom24Tgcom24 10/10/2017 Redazione Tgcom24
© articolo

Conosciuta fin da tempi antichissimi, la Chia deve il suo nome all'antica lingua parlata in Messico dagli aztechi: chian significa oleoso e infatti dalla spremitura dei semi si può ottenere un olio con un ottimo contenuto di acidi grassi del gruppo Omega-3. Ricchi di vitamine e calcio, i semi di chia sono ottimi alleati per la nostrasalute, scopriamo perché!

I semi di chia e le loro proprietà benefiche erano già noti alle civiltà precolombiane dell'America Centrale e Meridionale: insieme al mais, ai fagioli e all'amaranto erano alla base della loro alimentazione. I conquistadores di ritorno dal Nuovo Mondo fecero conoscere la chia nella vecchia Europa, anche se qui fu assai presto messa nell'oblio, favorendo piuttosto altri alimenti scoperti nelle Americhe, come il mais appunto.

In tempi recentissimi, però, questo alimento è stato riscoperto grazie alle mille proprietà nutrizionali che ne fanno davvero un concentrato di virtù.

Bye Bye colesterolo: partiamo dalla salute del cuore. Come tutti sappiamo, uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari è un alto livello di colesterolo, che ostruisce i vasi sanguigni rendendo difficile la circolazione del sangue. I semi di chia sono un integratore dietetico molto utile per chi ha il colesterolo alto grazie al contenuto elevato di acidi grassi essenziali omega-3.

Amici delle ossa: l'elevato contenuto diminerali, e in modo particolare del calcio, rende i semi davvero preziosi per il nostro apparato scheletrico. I semi di chia hanno infatti un contenuto di calcio circa 5 volte in più rispetto al latte, vale a dire 177 milligrammi per ogni porzione da 100 grammi, quasi il 20% del fabbisogno giornaliero.

Regolarità assicurata: i semi di chia sono un ottimo rimedio per la corretta funzionalità intestinale. Il loro alto contenuto di fibre, ben 11 grammi per solo due cucchiai di semi, migliorare la salute e la pulizia dell’intestino. La combinazione di fibra solubile e insolubile crea un equilibrio perfetto per facilitare il passaggio degli alimenti attraverso l’apparato digerente e crea un senso di sazietà.

Addio diabete: questo preziosi semini sono ritenuti in grado di svolgere un'azione di controllo del livello degli zuccheri nel sangue: studi condotti sugli animali hanno dimostrato che i semi di chia riducono l’insulino-resistenza e migliorano i livelli di glicemia, entrambi fattori di rischio per lo sviluppo di sindrome metabolica, diabete di tipo 2

Vegan style: i semi di chia sono una importante fonte di energia per il nostro corpo grazie alle proprietà nutrienti e sono una valida alternativa alle proteine di origine animale: una porzione da 25 grammi di semi può apportare fino a 4,4 grammi di proteine con solo 130 calorie.

Libera la fantasia! dato il moderato apporto calorico e la quantità di fibre, i semi di chia sono da suggerire anche a chi voglia tener d'occhio la bilancia senza rinunciare al gusto: una insalata con una manciata di semi di chia è decisamente più croccante e gustosa, lo yogurt con aggiunta di mirtilli e semi di chia è gustoso e ricco di antiossidanti e per una pietanza ricca di sapore e proprietà nutrizionali l'abbinamento con la quinoa magari con l'aggiunta di frutta secca e avocado sarà vincente: provare per credere!

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da Tgcom24

image beaconimage beaconimage beacon